martedì 16 aprile 2024

TORINO, LOTTA ALLA SIGARETTE

VIETATO FUMARE ALL'APERTO

Torino segue l'esempio di altre città, italiane ed europee, e introduce il divieto di fumare all'aperto a meno di una certa distanza da altre persone, salvo esplicito consenso. È quanto stabilisce una delibera di modifica del Regolamento, approvata dal Consiglio comunale. All'aperto, dunque, si potrà continuare a fumare, ma allontanandosi almeno a 5 metri dalle altre persone. "Una questione di rispetto fra le persone" Per il proponente dell'atto, il consigliere dei Radicali Silvio Viale, si tratta di "una questione culturale e di rispetto fra le persone. Quella di allontanarsi quando si fuma è una cosa che si fa già normalmente per buona educazione".

"La misura - aggiunge Viale - contribuirà alla riduzione dell'impatto del fumo, che rimane la principale causa di patologie mediche e oncologiche e favorirà un consumo più consapevole. E si spera che possa aumentare anche la responsabilita' verso l'abbandono di mozziconi. Una norma - conclude il consigliere - che dà un indirizzo culturale tutelando la libertà sia di chi fuma sia di chi non fuma".

Cosa dice il nuovo Regolamento -  La lettera "v" aggiunta all'articolo 7 del Regolamento di polizia urbana vieta di "fumare in ogni caso in presenza di bambini o di donne in gravidanza e in ogni luogo all'aperto a una distanza inferiore a cinque metri da altre persone, senza il loro esplicito consenso". Inoltre, estende il provvedimento a "sigarette, sigari, pipe, tabacco riscaldato, ogni prodotto a combustione e le sigarette elettroniche", che fino a oggi erano considerate una scorciatoia per poter fumare liberamente anche nei posti al chiuso, senza timore di essere guardati male dai non fumatori.

 

Post in evidenza

SARÀ CREMONESE VS VENEZIA

SUPERATI CATANZARO E PALERMO  Gara senza storia finita 4-1. Match chiuso già nel primo tempo con i gol di Vazquez, Buonaiuto e Coda. Nella r...