giovedì 20 giugno 2024

MAL D’ESTATE

COME SI CURA IL TROPPO CALDO

(Fonte Gazzetta dello Sport)

Negli ultimi anni, il riscaldamento climatico ha portato a un aumento delle temperature medie globali, con conseguenze dirette non solo sul pianeta ma anche sulla nostra salute. L'avvicendamento tra le stagioni è sempre più brusco e priva il nostro corpo del tempo necessario per adattarsi.

È il fenomeno che si è visto in Nord Italia, passato in pochi giorni da temperature sotto la media a picchi di oltre 30 gradi. Drastici cambiamenti che mettono a dura prova l'organismo, tarato su migliaia di anni di transizioni graduali tra le stagioni, e che aumentano l'incidenza del cosiddetto "mal d'estate".

MAL D'ESTATE, COS'È—  Il "mal d'estate" si manifesta con sintomi di debolezza, stanchezza e un malessere generalizzato. Molte persone, con l'arrivo dei primi caldi, avvertono distintamente questo disturbo. "Questo succede perché aumenta la sudorazione, ci si disidrata e quindi cala il volume del sangue", spiegano gli esperti a Adnkronos. "A ciò si aggiunge un'importante vasodilatazione. Questi due effetti incidono sull'apparato cardiocircolatorio, abbassano la pressione e ci si può sentire male, abbattuti". E a peggiorare le cose ci si mette pure il cambiamento repentino delle temperature, che ostacola l'adattamento del corpo e peggiora il senso di malessere.

COMBATTERE IL MAL D'ESTATE—  Il cambiamento climatico rende le estati sempre più calde e torride, e porta a un aumento del numero e dell'intensità delle ondate di calore. Ciò fa del "mal d'estate" un fenomeno più frequente e grave, soprattutto per gli anziani, i bambini e le persone con malattie croniche. Per fronteggiare il mal d'estate, esistono alcuni rimedi semplici ed efficaci. Vediamoli.

Bere molta acqua: è fondamentale reintegrare i liquidi persi con la sudorazione. Si consiglia di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, anche se non si ha sete.

Stare in luoghi freschi e ventilati: durante le ore più calde della giornata (tra le 11 e le 17), è consigliabile rimanere in casa o in luoghi freschi e ventilati. Se si deve uscire, indossare un cappello e indumenti leggeri, ariosi e di colore chiaro.

Evitare sforzi fisici intensi: l'attività fisica intensa aumenta la sudorazione e il rischio di disidratazione. Meglio dedicarsi ad attività più leggere nelle ore più fresche della giornata.

Seguire una dieta ricca di frutta e verdura: frutta e verdura sono ricche di acqua e sali minerali, utili per contrastare la disidratazione.

Fare docce e bagni freschi: docce e bagni freschi aiutano ad abbassare la temperatura corporea e a dare sollievo.

In caso di sintomi persistenti, consultare il medico: se il mal d'estate non passa o è particolarmente intenso, è importante consultare il medico per escludere altre patologie.

 

Post in evidenza

LA MADDALENA DI ARTEMISIA GENTILESCHI

A NAPOLI DOPO 400 ANNI La Maddalena, capolavoro di Artemisia Gentileschi dipinto nella città partenopea nel 1630, è tornata a essere visibil...