giovedì 20 giugno 2024

"PORTA FIORITA D'ITALIA"

TUTTA DA SCOPRIRE

Città di confine e porta d’ingresso per l’Italia il soprannome è “Porta fiorita d’Italia”) Ventimiglia è una deliziosa meta di turismo che offre attrattive non soltanto d’estate ma tutto l’anno. Grazie al suo clima mite, infatti, si può godere delle sue tante (ebbene sì) attrattive in ogni stagione. Certo, l’estate è il momento in cui Ventimiglia si riempie di turisti che vi soggiornano o che sono anche solo di passaggio. Tanti i francesi che arrivano anche solo per qualche ora e che amano approfittare della buona cucina ligure (e italiana più in generale) offerta dai ristoranti lungomare o nel centro storico, ma che vengono anche per fare shopping (il mercato del venerdì è sempre super affollato di turisti). Sono sempre più numerosi anche gli italiani che scelgono come meta delle loro vacanze estive questa deliziosa cittadina della Riviera di Ponente. Negli ultimi anni, infatti, Ventimiglia ha ampliato la propria offerta turistica e ha riqualificato la zona storica e portuale (alcuni lavori sono ancora in corso) e migliorato i servizi.

La Marina di Ventimiglia

Già da un paio di anni è stata inaugurata la nuova Marina di Ventimiglia. La società SBM, che gestisce il vicino porto del Principato di Monaco, ha investito nella realizzazione del nuovo porto turistico di Cala del Forte, uno dei più avanzati, meglio equipaggiati e sicuri porti del Mar Mediterraneo, mentre il fondo BDF, gestito da Namira Sgr, sta trasformando la Marina di Ventimiglia in una destinazione turistica e residenziale “a cinque stelle”, con una rinnovata offerta di intrattenimento, ristorazione e anche residenziale di altissimo profilo. Ma non è tutto, proprio di recente, l’imprenditore Flavio Briatore, che già possiede un locale nella vicina Montecarlo, ha annunciato di voler aprire un Twiga anche qui, per la precisione nella vicina Baia Benjamin, uno dei punti di mare più belli della zona.

Il borgo storico di Ventimiglia

La cittadina di mare è incorniciata dalle storiche case dei pescatori color pastello dell’antico borgo di Ventimiglia che dominano dall’alto. Su tutte spicca il campanile dell’antica Cattedrale di Santa Maria Assunta, sovrastato a sua volta dal Forte dell’Annunziata del XVI secolo che oggi ospita il Museo Civico Archeologico intitolato a Girolamo Rossi, lo scopritore della città romana di  Albintimilium, un sito archeologico che si trova nella vicina Nervia. Questa zona vecchia della città sovrastante Cala del Forte è Ventimiglia Alta, e sta subendo un’importante rigenerazione urbana tanto che hanno già aperto nuovi locali con affacci panoramici mozzafiato. Molti, però, anche i luoghi che ricordano il brillante passato di questa antica città romana quando fu un importante crocevia commerciale e culturale, a testimonianza del quale resta l’imponente Teatro romano del II secolo d.C., uno dei meglio conservati dell’Italia settentrionale, ma ancora poco conosciuto, contemporaneo di ciò che resta delle antiche terme romane. Nell’Antiquarium sono esposti numerosi reperti recuperati dagli scavi archeologici realizzati a partire dalla fine dell’Ottocento. Tra le mura millenarie del centro storico, infatti, ancora oggi si cela un tesoro senza pari: chiese secolari, oratori, conventi e palazzi nobiliari che testimoniano l’eleganza delle epoche passate.

Con l’apertura della linea ferroviaria, nel XIX secolo Ventimiglia diventò meta di intellettuali, scrittori, pittori (Claude Monet dipinse tutta una serie di quadri con soggetto questa costa), poeti e botanici (soprattutto anglosassoni), innamorati del clima mite tutto l’anno e di un paesaggio mediterraneo capace di emozionare e stimolare creatività e ingegno. Ventimiglia divenne loro patria di adozione e la impreziosirono con i giardini botanici delle ville d’epoca, che oggi sono il suo fiore all’occhiello. I più famosi sono i Giardini botanici Hanbury, sul promontorio della Mortola, nel territorio di Ventimiglia, fondati nel 1867 da Sir Thomas Hanbury, dove crescono eucalipti, acacie, bambù, erbe aromatiche, rose, peonie e agrumi tra splendidi elementi architettonici dove la flora mediterranea ed esotica si sposa con l’architettura romantica.

Gli eventi dell’estate a Ventimiglia

Se l’italianità, l’enogastronomia tipica ligure e l’ospitalità sono garanzie fondamentali per attrarre turismo (che è aumentato del 25% nel 2024 da gennaio a maggio), gli eventi e lo spettacolo non sono da meno. Da qualche anno anche il calendario estivo si è infittito con importanti appuntamenti come concerti, mostre con artisti internazionali, rassegne teatrali e l’evento clou dell’estate, l’agosto medioevale. L’estate 2024 prevede oltre cento appuntamenti per ogni fascia di età, compresi eventi sportivi e visite guidate alla città.

Le spiagge di Ventimiglia e dintorni

La città di Ventimiglia ha una sua lunga spiaggia perfetta per le famiglie che vogliono godere di ampi spazi e di tutte le comodità possibili e immaginabili per trascorrere una vacanza al mare nel più totale relax, dagli stabilimenti balneari ai bar e ristoranti lungomare, non manca proprio nulla. Questa zona di Liguria fa parte del Santuario dei Cetacei Pelagos, un’area marina protetta di straordinaria importanza, condivisa tra Italia, Francia e Principato di Monaco, dove è possibile avvistare delfini, balene e una ricca biodiversità marina.

La spiaggia dei Balzi Rossi al confine tra Italia e Francia

Poi ci sono le calette più riservate e dalle acque limpide, raggiungibili percorrendo sentieri sterrati o ripide scalinate, come Le Calandre, con la sabbia fine, Baia Benjamin (nella frazione di Mortola, un’area protetta con una grotta sottomarina da cui sgorga una sorgente d’acqua dolce, la Polla di Rovereto), Muru Russu, la Spiaggia di Orengo, la Spiaggia del Darsenún con la Punta d’u Darsenùn, quella naturista dei Trei Brechi o, proprio sul confine con la Costa Azzurra, quella spettacolare anche se molto piccola di Balzi Rossi, tra rocce e macchia mediterranea. E proprio qui, fronte mare, ci sono delle grotte che raccontano la vita dell’uomo di 25.000 anni fa. Le Grotte dei Balzi Rossi sono uno dei luoghi più emblematici della storia dell’uomo in Europa. Il Museo dei Balzi Rossi, ideato da Sir Hanbury nel 1898 ma terminato di essere allestito solo nel 1994, celebra l’importanza di questo sito archeologico.

Il treno storico che porta a Ventimiglia

A partire da agosto 2024, si potrà raggiungere Ventimiglia anche a bordo di un treno storico, l’Espresso Riviera, il più scenografico del Mediterraneo. Questo nuovo itinerario parte dalla Stazione Centrale di Milano e, dopo aver attraversato Pavia, Varazze, Savona, Albenga, Alassio, Sanremo, Bordighera e il litorale della Riviera dei Fiori ligure, giunge al confine con la Costa Azzurra. Sarà possibile salire a bordo di questo affascinante convoglio nei weekend che vanno dal 3 agosto al 29 settembre. Il treno consente di riscoprire il piacere di viaggiare in completa serenità e privacy: a disposizione dei passeggeri sono previsti i compartimenti salottino per non più di quattro – sei persone, dotati di grandissimi finestrini che lasceranno scorgere panorami molto suggestivi. Non mancheranno un’esclusiva carrozza ristorante con menù e piatti che seguono la stagionalità e la tipicità della cucina made in Italy e il bar di bordo per rilassarsi. In più, saranno assolutamente i benvenuti anche gli amici a quattro zampe e, chi lo desidera, può portare anche la propria bicicletta o l’attrezzatura sportiva. I biglietti sono già in vendita con prezzi a partire da 29,50 euro.

 

Post in evidenza

COPPA DAVIS

LE SCELTE DI VOLANDRI: C’È SINNER E PER LA PRIMA VOLTA VOLANDRI Si riparte a settembre con la fase a gironi, dove l'Italia affronterà in...