mercoledì 24 marzo 2021

ARMOCROMIA

VIAGGIARE A CACCIA DI UN SELFIE PERFETTO

(tratto da Tgcom)

Armocromia e viaggi? Celebrità di tutto il mondo e popolo di Instagram sono alle prese da tempo con il concetto di intensità, contrasto e sottotono per capire quale delle quattro stagioni è quella di appartenenza. L’Armocromia è infatti quella scienza che, attraverso lo studio del colore dei capelli, dell’incarnato e degli occhi, identifica una palette riconducibile a una delle quattro stagioni dell’anno e alle sue sottocategorie, i cui colori sono in grado di valorizzare la persona attraverso il giusto outfit. Ecco i consigli dell’agenzia di viaggi  eDreams, per essere sempre perfettamente “in palette”. Da sfruttare quando potremo ricominciare a viaggiare. 

Primavera, mete arcobaleno - La palette primaverile, la più rara, prevede tonalità di colori brillanti e ad alta intensità da accordare a persone dall’incarnato chiaro e luminoso.  Un mix arcobaleno che si presta benissimo a essere fotografato nelle vie coloratissime del centro storico di Cartagena in Colombia, dove le facciate delle case, i balconi e le porte sono tinteggiate con colori accesi e saturi. Soprattutto nel barrio Getsemani, caratteristico quartiere della città che custodisce l’anima della Colombia, per i mercatini e i suoi ristoranti di cucina tipica. Se cerchiamo invece un posto più vicino, tutte le primavere di questo mondo possono trovare il giusto set fotografico tra i vicoli di Burano, famosa per i suoi colori sfavillanti. 

Estate beige e rosa  - Sfumature pastello e toni polverosi sono invece caratteristici della scelta cromatica dedicata al tipo estate, dove predominano colori a bassa intensità e freddi, in accordo con un tono di pelle chiaro, occhi azzurri o verdi e capelli biondo chiaro o castano medio. Se si cercano tonalità chiare, un buon set fotografico è offerto dalle strade di Petra in Giordania, dove la roccia è di un delicato rosa, in una nuance che si avvicina a quello della palette estiva. Se si è in cerca, invece, di una meta più vicina, le persone appartenenti a questa stagione armocromatica si possono perdere munite di macchina fotografica per le strade di Matera, dove la pietra dei Sassi offre uno sfondo perfetto per i ricordi delle vacanze. 

Autunno giallo e rosso  - Quelli tra i boschi e la savana: a caccia dei colori autunnali: tinte calde, terrose e a bassa intensità contraddistinguono invece la palette autunnale in abbinamento ad un incarnato dal sottotono caldo e dorato, un occhio che va dal verde al nero e un colore di capelli sui toni del biondo scuro, rosso e castano. Va da sé che ai gruppi di questa stagione si addicano perfettamente gli sfondi offerti dalle foreste della Baviera, soprattutto in autunno, quando i colori delle foglie e degli alberi riprendono perfettamente la palette. Una buona scelta, se si cerca qualcosa di più esotico, sono anche i colori paglierini della savana del Kenya, dove gli accenni dorati delle distese e il cielo che si infuoca al tramonto valorizzano il range di colori adatti a questa stagione.

Inverno bianco e turchese - Il cerchio di chiude con la selezione di colori dedicati all’ultima stagione, l’inverno, che a dispetto di quello che si potrebbe pensare, racchiude in sé colori dall’intensità alta, brillanti anche se freddi ed è l’unica stagione a possedere, nella sua selezione, il bianco e il nero. Appartengono a questa stagione persone che hanno una pelle chiara dal sottotono freddo, abbinata a occhi neri, marroni, blu e verde scuro con capelli sui toni scuri del castano fino al nero corvino. Si adattano bene a queste persone gli algidi panorami dell’Alaska e della Finlandia in inverno, boschi innevati, le fredde luci tipiche del Nord, ghiacciai e cieli tinti dall’aurora boreale. Questi due Paesi sono, infatti, i luoghi perfetti per scattare foto che mettano in risalto le fredde ma profonde tonalità di questa stagione. 

 

Post in evidenza

NO GREEN PASS

UNA VERGOGNA TUTTA ITALIANA   🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦