lunedì 5 aprile 2021

ALIMENTAZIONE

COLAZIONE PROTEICA, PER DIMAGRIRE E' MEGLIIO? RISPONDE LA DIETISTA

di Maria Elena Perrero

La prima colazione migliore per dimagrire è proteica? Tra i dubbi di chi cerca una dieta a portata di clic c’è anche questo. La risposta non è così rapida come si potrebbe credere… “Sicuramente la prima colazione è un pasto fondamentale, perché oltre ad essere il primo pasto che spezza il digiuno dopo le ore notturne, è fondamentale per avere l’energia necessaria per affrontare tutta la giornata”, premette la dottoressa Federica Grandi, dietista presso il Policlinico San Pietro di Ponte San Pietro (Bergamo) del Gruppo San Donato.

PRIMA COLAZIONE E INSULINA —Come pasto vero e proprio, anche la colazione deve prevedere tutti i macronutrienti, ovvero carboidrati, grassi e proteine: “La fonte proteica può essere data da latte, formaggio, yogurt, salmone, affettato, uova. L’importante è che siano presenti sia la quota proteica, sia quella lipidica sia quella glucidica. Questo perché al mattino abbiamo il picco di insulina. Quindi, considerato che si assumono al meglio tutti i nutrienti, è bene che la colazione sia completa. Se poi però una persona non ha mai fatto colazione in vita sua si può anche partire con una semplice fetta di pane tostato con un velo di marmellata o con un pacchetto di cracker”, consiglia la dottoressa Grandi. 

UNA COLAZIONE PROTEICA È MEGLIO? ---Ma la quota proteica della colazione, soprattutto se si vuole dimagrire, deve essere maggiore di quella lipidica o glucidica? La dottoressa Grandi è netta: “No, anche se si tratta di ragazzi o sportivi l’apporto proteico non deve essere eccessivo. Se poi si tratta di una persona sedentaria sarebbe meglio ridurlo. Tra l’altro le fonti proteiche sono anche fonti di grassi. Inoltre un eccesso di proteine obbliga fegato e reni ad un lavoro eccessivo per essere smaltito”. Attenzione soprattutto nel caso della colazione salata: “Se si scelgono gli affettati si tende ad eccedere. Ma la quantità consigliata non dovrebbe superare i 70 grammi a settimana, che si possono suddividere in due porzioni da 30-35 grammi a colazione per due giorni, ma non di più”, spiega Grandi.

COLAZIONE DOLCE O SALATA—Se si preferisce la tradizionale colazione dolce la fonte proteica può essere data dal latte o dallo yogurt, magari greco o skyr. “Ma meglio evitare quegli yogurt liquidi addizionati di proteine”, avverte la dottoressa Grandi. “Se non si hanno problemi di peso si può anche spalmare su una fetta di pane del burro insieme a della marmellata, o meglio ancora della ricotta con della marmellata. L’importante è che si tratti sempre di latticini di buona qualità. Per quanto riguarda i grassi, come abbiamo detto sono già presenti nella fonte proteica. Volendo, però, se durante la giornata non si mangia frutta secca come spuntino la si può aggiungere direttamente allo yogurt, magari facendo una bowl con della frutta fresca e dei fiocchi d’avena, di modo da avere un primo pasto completo”, consiglia la dottoressa Grandi.

UOVA E AFFETTATI A COLAZIONE —Per quanto riguarda le uova, se piacciono ce le si può concedere senza problemi. “Erano demonizzate soprattutto nel passato. Oggi si sa che fino a quattro-cinque uova a settimana possono essere consumate senza problemi da una persona sana. L’attenzione va posta soprattutto sugli affettati. Gli affettati migliori? Considerato che il problema maggiore è dato dalla presenza di nitriti e nitrati direi il prosciutto crudo di Parma e il San Daniele, che non li contengono. La bresaola, invece, è solo un po’ più magra e ricca di proteine. Ma se si rispettano le quantità massime si può scegliere liberamente l’affettato che piace di più”.

COLAZIONE E DIETA —Ma quanto pesa la prima colazione in una dieta dimagrante? “E’ fondamentale per mantenerci sazi a lungo, evitando picchi glicemici, e ci permette di non abbuffarci a cena. Quella salata o comunque ricca di fibre in particolare favorisce la sazietà. Ma una colazione particolarmente proteica non aiuta a dimagrire prima. Come tutti i pasti, anche qui si devono avere tutti i macronutrienti”, ribadisce la dottoressa Grandi.

 

Post in evidenza

VOLLEY MASCHILE

SUPERCOPPA A TRENTO. MONZA SCONFITTA di Gian Luca Pasini (fonte Gazzetta dello Sport) E dopo 3 anni abbondanti di astinenza (quasi 1000 gior...