sabato 10 aprile 2021

ALIMENTAZIONE

ESTRATTORE DI SUCCO: L'ALLEATO PERFETTO PER FARE IL PIENO DI VITAMINE

di Simona Bondi

Avrete sicuramente sentito parlare degli estrattori di succo. Ma a cosa servono esattamente? Come funzionano? E come scegliere il modello giusto?

Estrattori di succo: a cosa servono

Gli estrattori di succo sono uno degli elettrodomestici da cucina più gettonati del momento. Ma a cosa servono esattamente? Gli estrattori di succo vivo sono elettrodomestici che, come dice il nome stesso, sono in grado di estrarre tutto il succo presente nella frutta o nella verdura, eliminando la parte fibrosa come la polpa.Estrarre e bere un succo vivo permette di digerire più facilmente un frutto e di bere un vero e proprio concentrato di vitamine appena spremuto. Al giorno d’oggi la nostra dieta ed il poco tempo a disposizione rende difficile assumere la giusta quantità giornaliera raccomandata di vitamine e sali minerali presenti nella frutta e verdura.

Grazie agli estrattori di succo con un solo bicchiere è possibile recuperare il fabbisogno giornaliero di vitamine senza dover ricorrere all’uso di integratori o altri prodotti “poco naturali”. Alcune tipologie sono chiamati “estrattori di succo a freddo” in quanto, grazie al basso numero di giri del motore, lasciano inalterate le proprietà di frutta e verdura che altrimenti potrebbero “volatilizzarsi” in fase di spremitura. Questa tipologia risulta essere l’estrattore di succo migliore.

Differenza fra estrattore e centrifuga

La differenza dalla classica centrifuga è notevole: l’estrattore di succo è studiato per ottenere il massimo lasciando inalterate le proprietà nutrizionali di frutta e verdura. La centrifuga “standard”, invece, tende a scaldare il prodotto (a causa della forza motore) facendo evaporare gran parte dei principi attivi della bevanda. Inoltre, a parità di peso di frutta e verdura, l’estrattore di succo è in grado di erogare fino a 2 volte una quantità maggiore di succo vivo.

Estrattore di succo: come funziona

Il funzionamento di un estrattore di succo è davvero molto semplice: a seconda del modello scelto, si inserisce nell’apposita bocca di entrata la frutta o la verdura, preventivamente lavate e sminuzzate. I prodotti inseriti verranno pressati direttamente nell’apposito contenitore grazie ad un sistema di spremitura. Prima di avviare l’estrattore, dovremo posizionare gli appositi contenitori in ognuna delle due bocche di “fuoriuscita” dell’apparecchio: in una verranno raccolte le parti fibrose della frutta o della verdura (gli scarti dell’estrattore), mentre nell’altra verrà raccolto il succo vivo che sarà poi possibile bere.

Come scegliere un estrattore di succo

In commercio ne possiamo trovare di ogni tipologia, prezzo e grandezza. Gli estrattori di succo sono acquistabili anche un prezzo inferiore ai 100€, ma possono arrivare a costare anche più del doppio. Anzitutto è bene conoscere le differenze fra i vari modelli. L’acquisto dovrebbe orientarsi verso un estrattore di succo a bassi giri (estrattori di succo a freddo), in grado di prelevare una maggiore quantità di succo senza alterarne in alcun modo le sue proprietà. Per orientarsi verso una scelta corretta, fate attenzione all’imboccatura dell’elettrodomestico. Un’imboccatura larga permette di preparare il succo in modo più veloce in quanto frutta e verdure si possono versare nell’estrattore così come sono, o con una minima lavorazione. Al contrario, una bocca piccola obbligherà a tagliare a pezzi i prodotti prima di inserirli all’interno dell’estrattore. Questo punto è molto importante per chi è sempre di fretta o per chi, semplicemente, è più pigra. Preferire un estrattore a bassi giri permetterà di mantenere inalterate le proprietà del succo e di ricavarne una quantità maggiore. Il modello Kenwood JMP601SI PureJuice per esempio, racchiude tutte queste caratteristiche: è un estrattore di succo a freddo dotato di un’imboccatura abbastanza ambia da permettere il passaggio di frutta e verdura di medie dimensioni. Anche l’estrattore Aicok è dotato di una bocca abbastanza ampia che permette di spremere frutta e verdura di grandi/medie dimensioni.

Impieghi degli estrattori di succo a freddo

Come abbiamo detto precedentemente, lo scopo primario degli estrattori di succo è quello di realizzare, in pochi minuti, bevande naturali e salutari, ricche di vitamine ed altre proprietà nutrienti. Tuttavia, non vengono utilizzati solo per questo scopo: possono essere impiegati anche nella spremitura di pomodori per la realizzazione di ottime salse digeribili prive di buccia e semi, per esempio. Si possono inoltre creare aperitivi fatti in casa spremendo ananas, arance, fragole e lime, realizzare gustose vellutate di carote, cetriolo, o di zucca e preparare passati di verdure. La scelta è davvero ampia e grazie ai ricettari per estrattori di succo sarà possibile sperimentare tante ricette sane e gustose. Molti modelli venduti in negozio e online sono appunto dotati di ricettario: è consigliabile optare per uno di questi in quanto, almeno inizialmente, si dovrà sperimentare diverse tipologie di estratti per capire quali siano quelli più in linea con i gusti della famiglia. In alternativa è possibile acquistare anche online gli appositi libri con ricette per estrattore. Inizialmente saranno davvero utili.

 

Post in evidenza

SU INSTAGRAM SPOPOLIAMO

NON SOLO SPORT   Entra a far parte della community più bella d’Europa. Collaborazioni , opportunità di conoscenze e tanto altro ancora. Con ...