martedì 20 aprile 2021

LAGO DI GARDA

TRA NATURA E STORIA

Voglia di aria aperta e bellezza? Solare e mediterraneo, il lago di Garda, il più grande d’Italia fra Alpi e pianura padana, è una cornice perfetta per trascorrere - appena sarà possibile - ritempranti giornate green, attive e glam in uno dei contesti più affascinanti del Belpaese. Con i suoi litorali, le ville Liberty e un fascino in grado di incantare grandi della letteratura come Goethe, Mann, Kafka e D.H. Lawrence - disegna un ambiente dall’atmosfera calda e glamour, in cui l’ospitalità è un arte storicamente apprezzata da turisti italiani e stranieri.Le rive del lago di Garda, baciate da un clima mite e mediterraneo, sono punteggiate da caratteristici borghi, castelli, monasteri e incantevoli cittadine ricche di monumenti e cariche di storia, quali Sirmione, Desenzano, Salò, Gardone Riviera, Limone. Straordinaria la sua vegetazione mediterranea, lussureggiante di olivi, limoni, palme, a cui fa da contrappunto il fascino della montagna e della natura intatta dell’entroterra, protetto per larghi tratti da parchi e riserve. 

Passeggiate fra natura e storia - Sul Garda, siti archeologici, castelli, ville immerse in stupendi giardini costituiscono il fil rouge per stupendi itinerari fra arte e storia en plein air, in scenari mutevoli e paesaggi di grande fascino. Un affascinante viaggio nel passato, fatto en plein air, che non può che prendere il via dalle Grotte di Catullo a Sirmione, fra le più suggestive aree archeologiche italiane: immerse nel verde degli ulivi, sono l’esempio più grandioso di villa romana finora riportata alla luce nel Nord Italia. Sorgono in una stupenda posizione panoramica all’estremità della penisola di Sirmione e il loro nome fa riferimento al poeta Catullo, che definì Sirmione “gemma fra tutte le penisole” e le dedicò una delle sue più belle liriche. Poco lontano, la Rocca di Lonato è una delle più imponenti fortezze del Nord Italia e Monumento nazionale: dalle sue mura merlate si gode una vista impareggiabile sul lago. Ai suoi piedi si visita la Casa del Podestà – fra le più belle case museo italiane-  con i suoi oltre venti ambienti ricchi di migliaia di oggetti antichi, fra dipinti, arredi lignei, sculture, maioliche e, nel giardino, la Biblioteca (una fra quelle private più importanti d’Italia) con oltre 52.000 libri dal XII al XIX secolo. Proseguendo lungo la costa bresciana del lago, il Vittoriale degli Italiani con il suo meraviglioso anfiteatro vista lago, è uno straordinario complesso di edifici, piazze, giardini e corsi d’acqua eretto nel 1921 a Gardone Riviera da Gabriele d’Annunzio, che qui trascorse i suoi ultimi 17 anni di vita. Quest’anno se ne festeggia il centenario. 

 La Valle delle Cartiere e il Museo della carta - Proseguendo verso nord, una passeggiata inconsueta è quella che porta a scoprire la Valle delle Cartiere e il Museo della Carta di Toscolano Maderno. Un luogo sospeso nel tempo e magnifico esempio di archeologia industriale: colpiscono l’occhio del visitatore i ruderi di decine di piccoli edifici affacciati lungo il fiume, un tempo destinati alla produzione della carta (che abbraccia un arco di tempo dal XIV sec. al XX sec.) ed ora sono in disuso. Il percorso ad anello prevede una bellissima passeggiata nella natura e nel silenzio tra prati, forre e la vecchia centrale idroelettrica in località Gatto. Il percorso è adatto a grandi e piccini. Meritano una tappa il Museo della carta, di cui Toscolano era un centro d’eccellenza, e il vicino laboratorio artigianale Toscolano Paper in cui può imparare a fare a mano un foglio di carta, un’altra delle esperienze di Make in Brescia.

La passerella sospesa sulle acque - Fra le innumerevoli possibilità di movimento, a piedi o sulle due ruote, la ciclopedonale del Lago di Garda - considerata la passerella più spettacolare d’Europa - è un incredibile percorso di 2 km in totale sicurezza a sbalzo sul lago, che si snoda da Limone. È un tragitto slow con uno strepitoso panorama, adatto anche a famiglie con bambini, che si può fare anche di sera grazie a un’efficiente illuminazione a led.

Le limonaie, i giardini d’agrumi -  Storiche strutture a terrazzamento un tempo utilizzate per la produzione di arance e limoni, le limonaie sono straordinarie architetture che svettano verso il cielo con i loro alti pilastri e caratterizzano il paesaggio dell’Alto Garda. Giardini d’agrumi, le chiamavano per la loro bellezza. Uniche al mondo nel loro genere, testimoniano un’attività che, nel passato, aveva rivestito un ruolo molto importante per l’economia del lago, che nel 1700 esportava i suoi limoni in tutt’Europa. Tipica la loro struttura, con pilastri di candide pietre sovrapposte (che un tempo, d’inverno, sostenevano la copertura fatta di vetri e assi), circondati su tre lati da alte mura pure di pietra e aperti sul quarto verso il lago: in queste serre venivano coltivati non solo i limoni, ma anche aranci (per uso familiare) e cedri, destinati quasi esclusivamente alla fabbricazione dell'"acqua di cedro", profumatissimo liquore distillato dalla buccia. Alcune sono state restaurate e, fra di esse, sono state riaperte al pubblico la limonaia Pra de la Fam a Tignale, La Malora a Gargnano e la Limonaia del Castel a Limone sul Garda. Oltre alle visite guidate, vi vengono organizzate degustazioni ed è possibile acquistarvi prodotti tipici. Alla limonaia La Malora si può preparare (e portarsi a casa) un profumato sciroppo concentrato di limoni: è una delle molte e inconsuete esperienze che si possono fare nel bresciano proposte da Make in Brescia, prenotabili dal sito sottoindicato.  

 

Post in evidenza

NO GREEN PASS

POST MUTO  👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏