venerdì 16 aprile 2021

SICILIA

SPIAGGE DOVE FARE UN PIENO DI SALSEDINE E BLU

Visitare la Sicilia vuol dire trovarsi davanti a un dilemma: cosa vedere prima? Antiche vestigia di civiltà scomparse, città vivissime e una cucina gustosissima. Ma avvicinandosi l'estate c'è soprattutto voglia di mare e di tintarella. Ecco quindi qualche consiglio per tuffi paradisiaci. Il luogo migliore per cominciare a immergersi nel mondo siciliano – come consiglia Lonely Planet - è Palermo. Per millenni crocevia di civiltà, è oggi un concentrato inebriante di mosaici bizantini, chiese affrescate e cupole arabeggianti, in cui palme da dattero incorniciano palazzi in stile gotico. Con spiagge di grande bellezza...

Spiaggia di Mondello - A Palermo la spiaggia è a portata di mano: ad appena a 11 chilometri a nord del centro si trova la frequentatissima spiaggia di Mondello. Lunga e gloriosa è la sua tradizione balneare, testimoniata dal molo in stile liberty e dalle ville per le vacanze. Nata come porto, da misero villaggio afflitto dalla malaria, Mondello divenne una località alla moda nel XIX secolo, quando la palude fu bonificata e l’élite palermitana iniziò a frequentarla e a farvi costruire le proprie residenze estive. 

Riserva Naturale dello Zingaro - La piccola città di Castellammare del Golfo, con le sue spiagge, è una perla dello splendido tratto costiero della Sicilia occidentale che si snoda fino a Monte Monaco, fra i più affascinanti dell’isola. Chi ha spirito di avventura apprezzerà l’incontaminata Riserva Naturale dello Zingaro, a poca distanza verso nord-ovest; qui il selvaggio paesaggio costiero è punteggiato da invitanti calette, perfette per nuotare, e da pittoreschi insediamenti costruiti intorno agli antichi bagli (costruzioni rurali chiuse da mura, con cortile interno) e alle tonnare. A tutto ciò si aggiungono le antiche rovine di Segesta, situata nell’interno e raggiungibile con un breve tragitto in automobile o in autobus.

San Vito Lo Capo - Sulla punta di Capo San Vito, nota e molto frequentata è la località balneare di San Vito. Un must è la sua splendida spiaggia di sabbia a forma di mezzaluna, una delle più belle della Sicilia, dove a fare da sfondo a limpide acque turchesi e blu oltremare si staglia la sagoma del Monte Monaco, a cui si può salire con un passeggiata lungo un sentiero di circa 3 km.

Favignana - Facilmente accessibili con l’aliscafo da Trapani o Marsala, le Isole Egadi sono la meta ideale per nuotare e immergersi nel blu profondo del mare. A Favignana, l’isola più grande dell’arcipelago, scogli e calette promettono bagni indimenticabili. Li si può raggiungere anche in bicicletta, andando in cerca delle caratteristiche spaccature tipiche dell’isola: si tratta delle vecchie cave di tufo, molte delle quali sono state ormai invase da acque cristalline e offrono lo scenario perfetto in cui nuotare.

Riserva Naturale Torre Salsa - In questo straordinario parco naturale di 761 ettari in provincia di Agrigento, vi aspetta la bellezza selvaggia di una delle spiagge più isolate della Sicilia. Lo si raggiunge da Siculiana Marina, un piccolo borgo costiero con una stupenda spiaggia di sabbia. Questa incontaminata Oasi WWF di è il posto ideale per chi ama camminare, grazie alla presenza di sentieri ben segnalati che offrono un’ampia vista panoramica sulle montagne e la costa circostanti. La lunga, deserta spiaggia di Torre Salsa (che si raggiunge dall’ingresso nord) è particolarmente affascinante, anche se la strada di accesso è piuttosto sconnessa.

 

Post in evidenza

VOLLEY MASCHILE

SUPERCOPPA A TRENTO. MONZA SCONFITTA di Gian Luca Pasini (fonte Gazzetta dello Sport) E dopo 3 anni abbondanti di astinenza (quasi 1000 gior...