domenica 11 aprile 2021

VERGOGNA A FIRENZE

CACCIATA DI CASA PERCHE' OMOSESSUALE

La procura di Firenze ha aperto un'inchiesta per violenza privata, dopo la denuncia della 22enne di Castelfiorentino (Firenze), Malika Chalhy, cacciata di casa dalla famiglia perché omosessuale. "Dicono che faccio schifo - aveva raccontato la giovane denunciando i genitori. - Non accettano il fatto che io ami un'altra donna. Hanno cambiato la serratura". La madre aveva commentato la vicenda così: "Per me mia figlia è morta, meglio drogata che lesbica".

La notizia dell'apertura di un'inchiesta è stata riportata da alcuni quotidiani e arriva dopo la denuncia della 22enne per violenza privata e inosservanza degli obblighi di assistenza familiare. Sulla base della denuncia presentata dalla giovane ai carabinieri della compagnia di Empoli (Firenze) il pm Giovanni Solinas ha delegato accertamenti per stabilire se siano stati commessi reati.

 

Post in evidenza

VOLLEY MASCHILE

SUPERCOPPA A TRENTO. MONZA SCONFITTA di Gian Luca Pasini (fonte Gazzetta dello Sport) E dopo 3 anni abbondanti di astinenza (quasi 1000 gior...