sabato 8 maggio 2021

INTERNAZIONALI DI TENNIS

SI PARTE LUNEDI 10 MAGGIO AL FORO ITALICO

di Cristiano Sonzogni (fonte Gazzetta dello Sport)

Gli Internazionali Bnl d’Italia 2021, edizione numero 78 della storia, potranno contare sul consueto fascino di uno dei luoghi più belli del mondo dove giocare a tennis, il Foro Italico di Roma. Ma stavolta potranno aggiungere due fattori in grado di rendere il Masters 1000 della Capitale (iniziato oggi con le qualificazioni) ancora più intrigante: un pronostico incerto per via della condizione non straordinaria dei top player, e soprattutto una presenza italiana senza precedenti, almeno nel settore maschile.

CON NOLE—Il sorteggio del main draw effettuato (con l’aiuto di Lorenzo Musetti) sulla terrazza dello Stadio del Tennis, a porte chiuse per le misure di sicurezza anti-Covid, ha detto che il numero 1 del mondo (e campione uscente) Novak Djokovic avrà nella sua metà di tabellone Dominic Thiem, Stefanos Tsitsipas, Andrey Rublev e Matteo Berrettini, un quartetto che non gli lascerà dormire sonni tranquilli, visto anche quello che sta accadendo a Madrid.

CON RAFA— Nella parte bassa, invece, Rafael Nadal (che a Roma ha vinto per la prima volta nel 2005, e in totale ha alzato nove volte il trofeo) se la dovrà vedere con Daniil Medvedev, Diego Schwartzman e Alexander Zverev. In teoria, un sorteggio un po’ più morbido, anche se c’è proprio il precedente di questa settimana a Madrid, vinto da Zverev su Rafa in due set, a preoccupare il maiorchino.

GLI ITALIANI—Capitolo italiani: non è andata benissimo a Fabio Fognini, atteso all’esordio da Kei Nishikori, cliente sempre scomodo anche se non certo nel momento migliore della carriera. Ostico anche l’esordio di Lorenzo Musetti, contro il polacco Hurkacz (vincitore a Miami su Sinner). Per Sinner un sorteggio agrodolce: un primo turno possibile contro Ugo Humbert, ma poi subito contro Nadal per una sfida mancata d’un soffio a Madrid. Matteo Berrettini trova invece il georgiano Basilashvili, fino a poche settimane fa in crisi nerissima ma ormai ristabilito pienamente, grazie anche alla vittoria su Roger Federer a Doha. Per Stefano Travaglia c’è l’istrionico francese Benoit Paire, capace di tutto e del suo contrario e ormai nel mirino di Atp e Itf per i suoi comportamenti al limite del consentito. Completano il quadro Lorenzo Sonego (contro Gael Monfils, meno complicato da affrontare oggi rispetto a qualche tempo fa), Gianluca Mager (prima contro De Minaur, poi contro il vincente di Sonego-Monfils) e Salvatore Caruso, poco fortunato visto che si troverà subito di fronte il belga David Goffin. Tra gli altri primi turni, spicca un match tra bombardieri con Marin Cilic opposto ad Alexander Bublik, e un Karatsev-Kecmanovic che sarà subito un buon test per misurare le ambizioni del nuovo fenomeno russo, sbocciato all’improvviso in Australia e poi capace di dare continuità ai suoi risultati, tanto da mettere nel mirino persino i top 10. Da non perdere anche Shapovalov-Ruud e Krajinovic-Auger Aliassime.

POSSIBILI QUARTI: — Djokovic-Tsitsipas; Thiem-Rublev; Medvedev-Schwartzman; Nadal-Zverev

 

Post in evidenza

COPPA DAVIS

SERBIA BATTUTA: CROAZIA PRIMA FINALISTA Prima Gojo, numero 279 della classifica Atp, e poi il doppio confezionano l'impresa contro il nu...