sabato 15 gennaio 2022

MEMORIA MUSCOLARE

COME TORNARE RAPIDAMENTE IN FORMA

di Eugenio Spagnuolo (fonte Gazzetta dello Sport)

Ammettiamolo: dopo due anni di Covid e le sue interruzioni alle nostre routine di allenamento, il rischio che dimentichiamo come tenerci in forma è dietro l’angolo. Ma là dove la mente si ferma, può il corpo: un nuovo studio suggerisce che i nostri muscoli non solo ricordano come fare, ma hanno una memoria molecolare pervasiva e duratura degli esercizi di resistenza che può aiutarli a riprendersi rapidamente anche dopo una lunga pausa…

MEMORIA MUSCOLARE: COS’È E COME FUNZIONA —Secondo gli scienziati, quando i muscoli vengono sottoposti a un duro lavoro di resistenza, per esempio un allenamento con i pesi, subiscono dei cambiamenti nel modo in cui i geni operano (anche se il gene stesso non cambia). Questi cambiamenti rimangono evidenti settimane o mesi dopo che abbiamo smesso di allenarci, perdendo parte della nostra massa muscolare. E quando iniziamo ad allenarci di nuovo, i muscoli si riattivano molto più velocemente rispetto alla prima volta che abbiamo messo piede in palestra. Questo perché, in sostanza, i muscoli ricordano come crescere. Ma c’è di più…

IL NUOVO STUDIO SULLA MEMORIA DEI MUSCOLI —In un nuovo studio pubblicato su Function, una rivista dell’American Physiological Society, alcuni scienziati dell’Università del Kentucky hanno ricreato alcuni esperimenti di allenamento con i pesi su topi adulti. Gli animali si sono addestrati per 8 settimane e poi sono rimasti nelle loro gabbie per 12 settimane, circa il 10% della durata della loro vita. E si sono poi addestrati di nuovo per un mese, affiancati da topi della stessa età che però erano nuovi all’esercizio.

IL RUOLO DEI GENI NELLA MEMORIA MUSCOLARE —Analizzando al microscopio i loro muscoli, i ricercatori hanno notato molte differenze nella metilazione genica nelle cellule muscolari dopo che i topi si sono allenati; la maggior parte dei cambiamenti è rimasta mesi dopo aver smesso di allenarsi. I cambiamenti epigenetici hanno accelerato il funzionamento dei geni coinvolti nella crescita muscolare, rendendo il processo di costruzione muscolare “più raffinato”. Anche dopo mesi di inattività, questo ha aiutato i topi addestrati a mettere su più muscoli e più rapidamente durante la ripresa, rispetto ai topi che non si erano allenati in precedenza. E poco conta che lo studio sia stato svolto sui topi e non su esseri umani: molti dei geni monitorati dai ricercatori sono infatti gli stessi presi in esame nei vari studi sull’uomo, e i risultati non fanno altro che confermare ciò che i ricercatori sapevano già, ovvero:

Non importa quanto tempo è passato da quando siamo stati in palestra (o ci siamo concessi un allenamento online) l’ultima volta, i nostri muscoli rimangono preparati per rispondere agli esercizi quando ricominceremo ad allenarci. Dunque potrebbe non essere mai troppo tardi per iniziare a fare attività fisica. I topi nello studio erano tutti adulti quando hanno iniziato gli allenamenti con i pesi, eppure sono riusciti tutti a costruire una memoria muscolare che ha permesso loro di irrobustirsi più velocemente dopo un periodo di inattività. Il che fa affermare agli autori dello studio che ”È meglio iniziare tardi che non farlo affatto”.

 

Post in evidenza

AUGURI A

NOEMI Tra pochi giorni sarà sul palco del Festival di Sanremo per la settima volta, con un brano scritto per lei da Mahmood e Dardust. Tra u...