venerdì 25 febbraio 2022

AUGURI A TEO TEOCOLI

INTERVISTA OMAGGIO PER I SUOI 77 ANNI

di Gabriella Mancini (fonte Gazzetta dello Sport)

Teo Teocoli è sempre stato un grande appassionato di sport. Segue sempre il calcio e non perde una partita del Milan, guarda il tennis, i gran premi di F.1, il Motomondiale, lo sci e il ciclismo sin dai primi chilometri. Ultimamente anche il curling. Ma soprattutto continua a praticare sport con regolarità. Proprio oggi compie 77 anni e il fisicaccio da palcoscenico lo mantiene dedicando due ore al giorno agli esercizi cinque volte a settimana. “Senza attività fisica non potrei stare – attacca l’artista, che domenica sarà tra gli ospiti di Fabio Fazio a “Che tempo che fa” -. Appena le regole della pandemia lo hanno consentito, sono andato subito in palestra, frequento lo “Sportsman Club Milano”, un posto sicuro, sanificato, con le entrate contingentate. Anche quando era freddo, facevo di tutto per allontanare la pigrizia e ci andavo in vespa”.

Quali esercizi esegue?

“Più di mezz’ora cardio sulla cyclette, la preferisco al tapis-roulant. Poi corpo libero con piegamenti e molti esercizi per le braccia, eseguo sempre tre serie da venti con il bastone. Dorsali e pesi per bicipiti e tricipiti”.

E gli addominali?

“Li faccio belli tosti. In sospensione, appoggio le braccia su due sacche ed estendo le gambe a novanta gradi. Per concludere, un po’ di stretching. Alla fine mi sento benissimo, più sciolto, più forte, è sempre una sensazione piacevole. Quando vado in vacanza spesso mi raggiunge il mio personal Chicco, così riesco ad essere costante per tutto l’anno. La continuità è fondamentale”.

Segue qualche regola alimentare?

“Mangio un po’ di tutto, poca carne rossa, bevo molta acqua”.

Il suo piatto preferito?

“Le tagliatelle al ragù, un bel piatto di pasta è gioia pura”.

Anche il Milan che vince per lei, indimenticabile Peo Pericoli a “Mai dire gol”, è gioia pura: si aspetta un regalo di compleanno, oggi, contro l’Udinese?

“E’ sempre stata una partita particolare contro i friulani, capaci di vittorie inaspettate o di improvvise debacle. Ehm, ehm, sono scaramantico… certo che un successo cambierebbe l’umore della serata”.

Come vede i rossoneri?

“Il Milan ha acquisito una forte personalità, sono cresciuti moltissimo calciatori come Leao e Tonali. Se Rebic, che è già in ascesa, tornasse in piena forma sarebbe un bel colpo per l’attacco, considerando gli stop di Ibra”.

Poi ci sarà un altro derby, come lo vive?

“Bello il ritorno ai grandi duelli milanesi, come una volta, ma i partitoni ravvicinati non mi piacciono, in questo modo il campionato perde valore. Il derby con i cugini dell’altra sponda del Naviglio va atteso, con i riti, con gli sfottò, come un evento raro. Io lo so chi vince… ma non lo dico!”.  

 

Post in evidenza

AVELLINO

GLI NEGANO DA BERE AL BAR E LUI SPARA AL BARISTA CHE È SUO FIGLIO!!! Aveva chiesto da bere, ma il barista si è rifiutato di servirglielo, al...