sabato 19 febbraio 2022

INTERVISTA A GEMMA LENOCI

FONDAMENTALE IL BENESSERE MENTALE

di Rachele Scoditti (fonte Gazzetta dello Sport)

Benessere inteso a 360 gradi, non solo fisico ma anche mentale. È questo lo stile di vita che Gemma Lenoci, modella, imprenditrice digitale e influencer da 192mila follower, vuole trasmettere a chi la segue. Gemma, classe ’97, ligure, ha studiato Economia e commercio a Torino per poi completare gli studi con una magistrale a Milano, all’Università Bocconi, in Marketing & Management. "Fin da piccola ho sempre praticato sport, ma nessuno mi ha mai appassionato. Tranne equitazione. Durante l’adolescenza ero abbastanza pigra, il mio unico movimento era andare a cavallo. Per non parlare dell’alimentazione! Mangiavo male e non mi interessava condurre uno stile di vita sano. Nonostante dai miei 16 anni in poi abbia avuto a che fare con problemi di salute e patologie che mi imponevano di seguire una corretta alimentazione. A 19 anni ho iniziato ad allenarmi in palestra, grazie a mia madre. All’inizio ero molto svogliata, poi con il passare dei mesi anche vedendo i primi risultati, mi sono appassionata. E oggi non potrei farne a meno". 

Qual è la tua routine di allenamento?

"Ho una personal trainer, che mi segue da quando ho iniziato, Sonia. Lei crea un piano personalizzato in base a quello che riesco a fare e ai miei impegni. Principalmente pesistica, ma siccome viaggio spesso quando non riesco ad andare in palestra mi alleno a corpo libero. È un mix delle due cose".

E invece con l’alimentazione sei migliorata rispetto a quando eri adolescente?

"Sono seguita da Sonia anche per quanto riguarda l’alimentazione. Anche perché per me, soffrendo di alcune patologie come ovaio policistico, è importantissimo. Ho avuto i miei alti e bassi. Secondo me tutti abbiamo quei periodi in cui ci fissiamo un po’. Qualche tempo fa avevo iniziato a calcolare calorie, carboidrati, grassi saturi, tutto... Per fortuna quel periodo è passato e ora, generalmente, mi autoregolo. A casa tendo ad avere un’alimentazione super sana. Quando esco, invece, mangio anche il dolce. Sono una persona molto flessibile". 

Oggi lavori molto con i social, come hai iniziato?

"Ho iniziato a postare cinque anni fa. All’inizio pubblicavo foto dei miei lavori come modella, poi quando ho capito che mi piaceva molto il lato della comunicazione ho iniziato a pubblicare contenuti che riguardassero anche il fitness, perché era una cosa che mi apparteneva e che facevo tutti i giorni. Già dai 20mila followers ho iniziato a collaborare con alcuni brand. Purtroppo durante gli anni della magistrale ho passato un periodo un po’ buio, complici anche la pandemia e gli studi. Ho accantonato i social, stavo pensando di chiudere il profilo e andare a lavorare in azienda sopprimendo la vera me. A me piace fare tantissime cose. Ho iniziato dunque un percorso olistico che mi ha aperto un mondo e ho ripreso in mano il tutto. In questo anno sono cresciuta tanto sui social. Ma non ancora come vorrei, perché io punto tanto alle donne. Vorrei trasmettere loro un messaggio di benessere a 360 gradi".

E qui arriviamo a parlare della tua piattaforma, Wellangs…

"Conosco i miei valori e le cose che voglio trasmettere agli altri. Ho avuto esperienze dirette, molte persone che grazie ai miei contenuti sui social si sentono motivati e trovano la voglia di allenarsi. Tempo fa ho conosciuto delle persone che avevano in mente il progetto di creare un’applicazione, ponendo al centro il benessere. È un’app con tre sezioni: fitness, alimentazione, mindfulness. E professionisti per ogni sezione".

Cosa comprende la sezione mindfulness?

"Sarà la sezione più ampia, ho già contattato diversi professionisti. Ad esempio ci sarà la mia consulente olistica che parlerà di meditazione, del potere della mente, quasi come un poadcast con suoni ecc… Poi ci sarà un musicoterapeuta. Credo che soprattutto in questo periodo il benessere mentale sia davvero fondamentale".

Progetti futuri?

"Tantissimi. Uno di questi è creare una mia linea di costumi. Costumi particolari, che non si trovano facilmente, completamente made in Italy. Siccome ho pensato di dare loro i nomi delle costellazioni, vorrei poi inserire anche qui qualcosa di legato al mindset. Ma ci sto ancora lavorando!".

 

Post in evidenza

LIGUE 2

AJACCIO “CORTO MUSO” ALLA FRANCESE La squadra di Pantaloni ha realizzato 39 reti in 38 giornate, undicesimo attacco del campionato, ma sono ...