lunedì 9 maggio 2022

GLI U2 A KIEV

SUONANO IN UNA METRO

Mentre le sirene d’allarme risuonavano a Kiev, il frontman Bono e il chitarrista The Edge degli U2 si sono esibiti su un binario della metropolitana di Khreshchatyk, nella Capitale, per dare il loro sostegno a tutto il popolo ucraino e alla nazione stessa: un concerto improvvisato in cui hanno cantato e suonato in nome della libertà alcuni dei loro più grandi successi come Sunday Bloody Sunday, Desire e With or without you.

U2, il concerto a Kiev a due passi dalla guerra

Alle ore 13 italiane dell’8 maggio, nella capitale ucraina si è svolto un concerto a sorpresa sotto la metropolitana di Khreshchatyk che funge da rifugio antiaereo. Il chitarrista e il frontman di una delle band più celebri nel mondo, U2, si sono esibiti come simbolo di vicinanza a tutte quelle persone che da tempo ormai stanno vivendo una orribile pagina di storia. Bono Vox e The Edge hanno eseguito alcuni dei loro brani di successo come With or without you, e il cantante ha preso parola per spiegare come sia dalla parte della lotta dell’Ucraina per la libertà: “Le persone in Ucraina non stanno combattendo solo per la loro libertà, ma per tutti noi che amiamo la libertà”, ha spiegato durante una piccola pausa, dedicando anche un momento a una preghiera per la pace. Un piccolo concerto improvvisato mentre fuori le sirene d’allarme continuavano imperterrite a risuonare nella Capitale ucraina, rendendo ancora più forte e simbolico questo gesto di vicinanza e fratellanza che è proseguito con un momento altrettanto commovente: Bono, a un certo punto, ha invitato a cantare con lui la band pop-rock ucraina Antytila, in tenuta militare. Insieme, i due frontman Bono e Taras Topolia (degli Antytila) si sono esibiti sulle note del brano Stand By Me, dandogli una chiave di lettura diversa e trasformandolo in Stand for Ukraine.

U2, perché hanno cantato a Kiev

Nonostante per i presenti alla metropolitana di Khreshchatyk fosse una cosa totalmente inaspettata, la presenza del frontman e del chitarrista degli U2 a Kiev non è stata una scelta improvvisa. Dal profilo Twitter degli U2, infatti, Bono Vox e The Edge hanno spiegato il motivo per cui si trovassero nella capitale ucraina. “Il presidente Zelensky ci ha invitato ad esibirci a Kiev come dimostrazione di solidarietà con il popolo ucraino ed è quello che siamo venuti a fare”, hanno scritto i membri degli U2. Un invito da parte del presidente, quindi, per mostrare vicinanza in un momento estremamente difficile per il popolo ucraino, e loro non si sono affatto tirati indietro e si sono esibiti dimostrando il loro impegno contro la guerra e a favore della lotta per la pace: “Preghiamo che possiate godere presto di un po’ di quella pace”, ha detto Bono durante il concerto e dopo la sua preghiera. Dopo il concerto, gli artisti hanno visitato le città bombardate di Borodyanka ed Irpin e anche la fossa comune di Bucha, che è simbolo della spietatezza dell’esercito russo durante la sua occupazione nel Paese.

 

Post in evidenza

IPPICA E TROTTO

PARIGI DIVENTA CASA ITALIA Prestigiosa doppietta dei trottatori italiani sulla pista nera di Parigi-Vincennes , il tracciato più bello del m...