giovedì 26 maggio 2022

LEGA PRO PLAYOFF

GARE DI ANDATA: FERLPISALO' PALERMO 0-3 E CATANZARO PADOVA 0-0

di Pietro Scognamiglio

Si deciderà tutto a Padova, partendo da 0-0. L’andata tra la squadra di Massimo Oddo e il Catanzaro finisce senza gol, nella splendida cornice di un Ceravolo riempito da 12mila spettatori. Partita vivace sin dalle prime battute, col Padova rivoluzionato rispetto alla formazione titolare consegnata: fuori Chiricò per un fastidio muscolare nel riscaldamento, dentro Pelagatti a comporre un’inattesa difesa a tre. Vivarini si affida al collaudato (per lui) 3-5-2 e parte meglio: subito occasione per Iemmello, che non trova la porta nell’ambito di un avvio molto propositivo dei giallorossi. Il Padova stringe i denti ma, alla mezz’ora, innesca il primo storico controllo Var in Serie C: punizione del rientrante Ronaldo, sulla deviazione Valentini va in gol ma viene segnalato il fuorigioco. La verifica (laboriosa) davanti agli schermi di Aleandro Di Paolo e Francesca Di Monte conferma la decisione presa sul campo dal primo assistente. Prima dell’intervallo è Gasbarro – cambio forzato al posto di Pelagatti, problema a un polpaccio – a salvare su deviazione aerea di Fazio. All’uscita dagli spogliatoi il Padova cambia ancora assetto e alza il baricentro, con il rientrante Ronaldo che lascia spazio a Chiricò. Nei primi dieci minuti della ripresa si susseguono due super parate, da una parte e dall’altra: Branduani dice di no a una deviazione al volo di Santini, poi è Antonio Donnarumma a togliere dalla porta un gran sinistro da fuori di Vandeputte. I ritmi man mano si abbassano, complici anche i tanti cambi, e si consolida l’equilibrio. Sarà il ritorno all’Euganeo, domenica 29 maggio alle 19, a stabilire chi tra Vivarini e Oddo andrà in finale.

FERALPISALÒ-PALERMO—   Mette un piede e mezzo in finale il Palermo, capace di travolgere in trasferta la Feralpisalò con un 3-0 che indirizza nettamente la sfida a favore della squadra di Silvio Baldini. Partita spaccata prima dell’intervallo: su un errore in disimpegno dell’ex Corrado, ne approfitta Brunori. Nel recupero del primo tempo, raddoppio di Floriano, che finalizza una triangolazione con Damiani.

Al quarto minuto della ripresa, altro momento storico: primo rigore assegnato in C con la on field review, sul tocco di mano di Lancini l’arbitro Maria Sole Ferrieri Caputi - che va verso la promozione in Can A e B - indica il dischetto. Ma Miracoli, specialista dagli undici metri, si fa ipnotizzare da Massolo al secondo rigore su tre parato in questi playoff. A chiudere i conti, il dodicesimo gol entrando dalla panchina di Soleri con un gran destro di controbalzo da fuori area. Ritorno domenica al Barbera alle 20.30, ai rosanero basterà non distrarsi.

 

Post in evidenza

MASTER CHEF

INVOLTINI DI MELANZANE ALLA SICILIANA Un piatto domenicale, ma che può andar bene per ogni occasione importante. Gli involtini di melanzane ...