lunedì 11 luglio 2022

CORRI MA NON DIMAGRISCI?

ECCO COSA STAI SBAGLIANDO

di Lucia Resta (fonte Gazzetta dello sport)

Spesso si comincia a correre proprio perché si vuole perdere peso, ma se da una parte c'è chi resta runner per sempre perché si appassiona alla corsa, dall'altra c'è chi molla perché non vede risultati, ossia non ottiene il dimagrimento sperato. Spesso il problema è che si ha troppa fretta. Infatti sono in tanti, soprattutto chi è abituato a una vita sedentaria, a pensare che basti correre due-tre settimane per notare subito una perdita di peso. E siccome questo non succede, lasciano perdere senza trovare una soluzione. 

La perdita di peso è graduale e anzi, all'inizio è molto più probabile che pesi di più rispetto a quando non correvi affatto! Bisogna tenere conto del fatto che per perdere mezzo chilo bisogna bruciare 3500 calorie e il modo migliore per farlo è creare un deficit calorico giornaliero, ma ovviamente questo deficit deve essere "contenuto", tra le 300 e le 600 calorie al giorno, in modo da dimagrire in modo sano, senza compromettere la salute. Altrimenti non si ha un dimagrimento, ma un deperimento e a farne le spese saranno i muscoli e le energie. Se nelle prime settimane stai prendendo peso, non è detto che stai sbagliando qualcosa, perché la bilancia non ti dice tutto quello che ti serve sapere...

Chi vuole dimagrire spesso tende a pesarsi troppo spesso, addirittura ogni giorno, senza tenere conto che la bilancia non fa distinzione tra massa grassa, massa magra, liquidi. Quando si comincia a correre si inizia pian piano a sostituire la massa grassa con quella magra. Bisogna però pensare che se si considera il rapporto tra volume e peso, i muscoli pesano di più del grasso. Quindi è molto probabile che la bilancia ti dica che stai ingrassando, ma in realtà stai definendo i muscoli, stai diventando più tonico. Invece di pesarti, prova i vestiti che non ti entravano più bene... E tieni sempre conto del fatto che se ti pesi dopo aver mangiato o bevuto, inevitabilmente peserai di più! Anche se corri, non è facile dimagrire con una dieta fai da te. Il motivo per cui correndo si dimagrisce è che si dà una bella scossa al metabolismo, rendendolo più veloce e questo avrà conseguenze positive da più punti di vista. Ma nelle prime settimane il tuo organismo si deve adattare allo sforzo, al cambiamento di abitudini e di conseguenza l'alimentazione deve essere adattata a questi cambiamenti. Il primo errore da non fare è pensare che siccome corri e bruci grassi puoi mangiare quello che vuoi. Come abbiamo già detto, per dimagrire serve creare un deficit calorico, tuttavia non tutti i fisici sono uguali. Devi quindi prima di tutto calcolare il tuo fabbisogno calorico giornaliero e poi ridurre le calorie, ma non in modo drastico e soprattutto non a casaccio. Devi fare in modo che le tue calorie provengano per il 50% dai carboidrati, per il 25% dalle proteine e per il 25% dai grassi. I carboidrati sono importanti soprattutto prima e immediatamente dopo lo sforzo, per recuperare rapidamente, mentre le proteine sono fondamentali per "riparare" i muscoli e per farli sviluppare. Anche i grassi sono indispensabili, purché siano grassi "buoni", come quelli che trovi nell'olio d'oliva o nella frutta secca, che ti dà anche immediata energia. Affidarsi a un nutrizionista, in questo caso, è sempre una buona idea e aiuterà a raggiungere risultati più velocemente e in maniera più duratura. Non è detto che solo perché corri, vuol dire che ti stai allenando bene e che dunque in poco tempo perdi peso e metti su muscoli. Per allenarti al meglio devi conoscere la tua frequenza cardiaca e stabilire qual è la soglia che ti porterà a dimagrire. Per questo, prima di iniziare a correre è sempre bene fare una visita medico-sportiva, anche per scongiurare eventuali rischi che potresti correre diventando un runner dalla sera alla mattina. Una volta che avrai stabilito il ritmo che ti serve per perdere peso, diventerà tutto più facile. E siccome non è detto che il tuo ritmo sia uguale a quello di un altro, è sconsigliato correre in compagnia... Spesso chi comincia a correre per perdere peso in tempi rapidi è sotto stress. Magari perché vuole raggiungere l'obiettivo in fretta, perché gli serve per un motivo ben preciso (prova costume, matrimonio, evento particolare) ed è sotto stress. Lo stress porta a molte conseguenze negative, fa mangiare male, fa dormire malissimo e tutto questo si può ripercuotere anche sull'allenamento, che può diventare assolutamente inutile ai fini del dimagrimento. Se invece la corsa viene vista come un momento di svago, in cui svuotare la mente e divertirsi, oltre a perdere peso ci si libererà delle tossine e si trarrà beneficio dalle endorfine: l'umore migliorerà, l'approccio alla vita quotidiana sarà migliore e il nostro organismo potrà godere di tutti i vantaggi che la corsa porta con sé, incluso un metabolismo più veloce che porterà anche a un miglioramento del nostro rapporto con il cibo, a un migliore stato di salute e un generale benessere che innescherà un circolo virtuoso.


 

Post in evidenza

E COMU IAMU MALA

NEANCHE I PAGLIACCI FANNO RIDERE COME I PORTIERI ATTUALI!   🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🧐🧐🧐🧐🧐🧐🤔🤔🤔🤔🤔