sabato 17 dicembre 2022

GIORNALISMO IN LUTTO

MORTO MARIO SCONCERTI

Giornalismo in lutto per la morte di Mario Sconcerti. Nato a Firenze nel 1948, era in ospedale da alcuni giorni e ha avuto un improvviso peggioramento. Cresciuto nel mondo dello sport grazie al padre Adriano procuratore di boxe, era stato anche vicedirettore della Gazzetta dello Sport, nel 1987, ed era tuttora editorialista e prima firma del Corriere della Sera. Iniziò la carriera giornalistica al Corriere dello Sport a Firenze, passando poi a Milano e infine a Roma. 

Il primo amore era stato il ciclismo poi, passato nel 1978 a Repubblica, aveva creato le pagine sportive del quotidiano romano. Nel 1992 era stato chiamato a dirigere il Secolo XIX di Genova e dal 1995 al 2000 è stato direttore del Corriere dello Sport, il suo primo giornale. Nel corso della sua carriera è stato anche amministratore delegato della Fiorentina. 

Accanto all'attività giornalistica e alle collaborazioni come commentatore televisivo in Rai e a Sky, è stata molto prolifica la sua produzione letteraria: "Con Moser da Parigi a Roubaix" (1978), "Storia delle idee del calcio" (2009), "Il calcio dei ricchi" (2012) e "Storia del gol" (2015) in ambito sportivo. Nel 2003 ha scritto il romanzo "Se ha torto Dio" e "L’alba di Roma da riscrivere" 2011.

 

Post in evidenza

AUGURI A

JUSTIN TIMBERLAKE di Rachele Scoditti (fonte Gazzetta dello sport)  Cantautore, ballerino, attore e produttore discografico. Che altro? Ah, ...