venerdì 10 marzo 2023

SQUADRA IN CAMPO CON STRISCIONE CONTRO LE MORTI IN MARE

MULTA E SQUALIFICA. MAH!

"Cimitero Mediterraneo: basta morti in mare". Lo striscione della discordia è costato caro ai suoi promotori. La squadra dilettantistica dell'Athletic Brighela, notoriamente impegnata sui temi di carattere sociale, ha ricevuto una stangata dal Giudice sportivo della delegazione di Bergamo: una maxi multa (550 euro) e la squalifica (fino ad aprile) di capitano e allenatore. Il motivo? Domenica scorsa, in occasione della trasferta contro il River Negrone (girone B di Terza Categoria), i giocatori dell'Athletic Brighela sono scesi in campo con uno striscione (non autorizzato dall'arbitro) dedicato alla tragedia di Cutro, il recente naufragio sulla costa calabrese che è costato la vita alle diverse decine di migranti a bordo dell'imbarcazione.

I FATTI— Un messaggio, quello dei rossoneri bergamaschi, espresso anche via social: "Una domenica decisamente storta (la partita è finita 5-1 per gli avversari) ma il pomeriggio è cominciato rimarcando la nostra posizione sulle questioni umanitarie che da troppo tempo stanno caratterizzando il nostro Paese in modo negativo - si legge nel post pubblicato dall'Athletic Brighela, associazione sportiva dilettantistica popolare -. Dopo quella che i nostri politici seguitano a chiamare “tragedia” ed è invece il risultato di scelte ben precise, ribadiamo che noi non ci stiamo. Basta morti in mare, basta indifferenza".

IL PROVVEDIMENTO— La risposta del Giudice sportivo non s'è fatta attendere. E nel comunicato settimanale della Delegazione provinciale si legge che "dagli atti ufficiali di gara supportati dal supplemento di rapporto è emerso che, prima dell'incontro, il capitano della società Asd Athletic Brighela, Pietro Rota, chiedeva al direttore di gara di essere autorizzato a introdurre ed esporre sul terreno di gioco uno striscione, a detta dello stesso non a contenuto politico. Di contro, l'ufficiale di gara non autorizzava la richiesta". Il rapporto arbitrale riporta che, "dopo aver regolarmente fatto ingresso in campo, al capitano dell'Asd Athletic Brighela veniva consegnato il predetto striscione dai tesserati posizionatisi sulla propria panchina, non individuati a referto dall'arbitro. Lo striscione, a quel punto, veniva esposto al pubblico per una ventina di secondi da tutti i calciatori della citata società, ma non da quelli del Asd River Negrone, disattendendo così le indicazioni dell'ufficiale di gara". Per questo l'Athletic Brighela è stato punito con un'ammenda di 550 euro. A cui si aggiungono le squalifiche di capitan Rota (inibito fino al prossimo 23 aprile) e di mister Luigi Cattaneo (fino al 24 aprile, anche se nella delibera si parla di stop solo fino al 24 marzo).



 

Post in evidenza

PARIGI 2024

UNA COLLEZIONE DI OROLOGI CELEBRA I GIOCHI OLIMPICI  Una collezione di orologi dedicata ai valori universali dello sport. Non poteva che ess...