martedì 20 febbraio 2024

LA FOTOTERAPIA

COS'E' ED I SUOI BENEFICI

di Silvia Trevaini (fonte Tgcom)

La fototerapia è una terapia molto promettente utilizzata per affrontare vari problemi epidermici. Utilizza lampade speciali che emettono raggi ultravioletti, comunemente chiamati raggi UV, che sono una forma di radiazione elettromagnetica presente nella luce solare. Queste lampade sono progettate per emettere bande focalizzate o a banda stretta di raggi UV, garantendo che i raggi abbiano la lunghezza d’onda desiderata e riducendo al minimo qualsiasi radiazione non necessaria o dannosa. Questa tecnica terapeutica sfrutta le proprietà benefiche della luce solare, pratica riconosciuta fin dall’antichità per la sua efficacia nel trattamento di alcune patologie della pelle. Per salvaguardare il benessere dell’epidermide, la fototerapia utilizza principalmente i raggi ultravioletti di tipo B (UVB), responsabili dell’abbronzatura. A differenza dei raggi di tipo A che possono penetrare nello strato più profondo della pelle, il derma, i raggi UVB colpiscono principalmente lo strato superficiale, provocando meno danni. Replicando gli effetti positivi dell’esposizione solare sulla pelle, la fototerapia ha dimostrato di essere un trattamento medico sicuro ed efficace. Tuttavia, è fondamentale che questa procedura venga somministrata da medici esperti e specializzati.

Quando è utile -Grazie ai suoi numerosi effetti benefici sulla pelle, la fototerapia è stata ampiamente utilizzata in dermatologia per il trattamento di varie condizioni della pelle, tra cui psoriasi, acne, eczema, e in fisioterapia per alleviare il dolore e l’infiammazione dei muscoli scheletrici. Andiamo ora ad approfondire nel dettaglio il funzionamento di questa tecnica terapeutica.

Eczema -È una reazione infiammatoria della pelle non contagiosa caratterizzata dalla presenza di rilievi o vescicole, desquamazione, prurito e arrossamento. Esistono molti tipi di eczemi. L’azione antinfiammatoria della fototerapia consente un buon controllo della malattia. Il trattamento è indicato in particolare in caso di eczemi cronici gravi (con sintomi che persistono per mesi o addirittura anni).

Dermatite topica -È un’infiammazione della pelle che si presenta con la formazione improvvisa di cute secca e pruriginosa e di chiazze rosse con vescicole, soprattutto su: mani, piedi, polsi, caviglie, viso, collo, torace, piega interna del gomito, piega posteriore delle ginocchia. Le cause del disturbo non sono note, ma si pensa che il problema sia legato a una forte componente ereditaria. Colpisce spesso i bambini, ma nelle persone predisposte il disturbo può ripresentarsi anche in età adulta. Come per l’eczema, anche in questo caso il trattamento di fototerapia dà buoni risultati grazie alla sua azione antinfiammatoria.

Acne - Infiammazione delle ghiandole sebacee che si manifesta con la comparsa di brufoli, papule, pustole e comedoni su viso o corpo. È comune negli adolescenti, ma può riguardare anche gli adulti. La fototerapia in questo caso aiuta alleviando l’infiammazione, promuovendo la guarigione della pelle e stimolando il sistema immunitario a contrastare l’insorgenza di queste infezioni.

Vitiligine - Malattia cronica della pelle che provoca la comparsa sulla cute di chiazze chiare, ovvero zone dove manca del tutto la fisiologica colorazione dovuta alla melanina. L’utilizzo dei raggi UVB a banda stretta solo a livello delle zone chiare riduce il contrasto cromatico e rende le chiazze meno visibili.

Psoriasi - La psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle causata da un’eccessiva produzione di cheratinociti, responsabili della produzione di cheratina, la proteina presente nei capelli e nelle unghie. Questa sovrabbondanza di cellule porta allo sviluppo di vivaci macchie rosse sulla pelle, ricoperte di scaglie bianche. La malattia segue un modello di alternanza tra riacutizzazioni acute e periodi di remissione. La fototerapia, trattamento che prevede l’esposizione ai raggi ultravioletti, si è rivelata efficace grazie alla sua capacità di modulare la risposta immunitaria e ridurre l’infiammazione, regolando così la produzione di cheratinociti. Negli ultimi due decenni, la fototerapia è diventata un trattamento ampiamente accettato per la psoriasi, spesso utilizzata in combinazione con creme topiche e, in alcuni casi, farmaci sistemici.

Micosi fungoide - È la forma più diffusa di linfoma cutaneo a cellule T. Si manifesta in genere sotto forma di chiazze scure che possono rimanere asintomatiche anche per anni e possono successivamente provocare prurito incessante e arrossamento.  L’esposizione ai raggi ultravioletti agisce colpendo le cellule tumorali e stimolando il rinnovamento del tessuto cutaneo.

Come si esegue la terapia

Si tratta di un trattamento medico che si esegue presso ambulatori medici. Per eseguirlo efficacemente è importante avere una richiesta del medico e che il tecnico di laboratorio sia specializzato proprio nell’uso di macchine UV-B. In base alla patologia si sceglie infatti il tipo di emissione, intensità e durata che può essere: spettro UV-B a banda larga se si tratta di disturbi della pelle; spettro UV-B a banda stretta nel caso di trattamenti per i disturbi dell’umore; P-UVA per le patologie gravi della pelle. La terapia non è invasiva ed è indolore. Non serve alcuna anestesia o preparazione e alla fine della terapia si possono riprendere tutte le normali attività quotidiane.

 

Post in evidenza

WHATSAPP TRUFFA DEL CODICE A 6 CIFRE

ECCO COSA FARE Su WhatsApp è tornata in voga il raggiro che permette di rubare il proprio profilo e relativi gruppi. L'allerta scatta co...