venerdì 23 febbraio 2024

SALUTE DELLA TIROIDE

I CIBI CHE FANNO BENE E QUELLI DA EVITARE

a cura di Michele Cappello (fonte Gazzetta dello Sport)

Per la salute della tiroide, è fondamentale una dieta che preveda la corretta quantità di iodio, componente fondamentale per il corretto funzionamento degli ormoni tiroidei. Sono diversi gli alimenti che possono garantirci di soddisfare il fabbisogno quotidiano: ecco cosa è meglio mangiare e cosa invece evitare per la salute della tiroide. Lo yogurt e il latte sono ottime fonti di iodio per la nostra tiroide. Che sia magro, greco o semplicemente bianco, lo yogurt può fornirci fino al 50% del fabbisogno quotidiano di iodio. Discorso simile per il latte (specialmente di origine animale): basta una tazza di latte scremato per ottenere l’equivalente di 1/3 dello iodio necessario ad affrontare la giornata.

Tra gli elementi più importanti per la tiroide c’è anche lo zinco, la cui carenza può portare all’ipotiroidismo. Ecco perché è importante includere nella propria dieta anche pollo e manzo, che possono fornirci lo zinco di cui abbiamo bisogno. Il pesce, invece, è particolarmente ricco di iodio, presente in grandi quantità nell’acqua di mare: una porzione di merluzzo può soddisfare il fabbisogno quotidiano di iodio. Discorso simile per i crostacei, che possono fornirci sia iodio sia zinco. Il nome è particolare, ma è semplicemente la famiglia di verdure che include broccoli, cavoli, cavolfiori e simili. Secondo alcuni non sarebbero indicati per la salute della tiroide a causa della presenza di cosiddetti glucosinolati, che possono inibire l’assunzione di iodio. Questo rischio è più che raro se mangiati in porzioni normali. Sono pertanto da non escludere dalla vostra dieta, senza esagerare. Le uova sono un alimento importante per ottenere lo iodio necessario al nostro corpo. È importante mangiare tutte le componenti dell’uovo, perché gran parte dei nutrienti è nel tuorlo, stando a quanto sostiene la dietista Mira Ilic a Health. Le alternative, insomma, sono tante. E all’appello mancano diversi alimenti, come:


Frutti di bosco: non solo iodio. Anche gli antiossidanti sono importanti per la salute della tiroide: il lampone nero è il più indicato, ma tutti i frutti di bosco ne sono ricchi; 

Noci brasiliane: questo particolare tipo di frutto secco contiene il selenio, che aiuta a regolare gli ormoni tiroidei. È bene però non esagerare: ne bastano 3-4 al giorno per soddisfare il fabbisogno quotidiano. Come spesso accade, tra gli alimenti da evitare ci sono quelli processati. In molti casi, sono ricchi di sale non iodato, col rischio di assumere troppo sodio e poco iodio. Anche i fast food per questo stesso motivo sono da limitare quanto più possibile. Secondo alcune analisi portate avanti dal Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti d'America, un hamburger da fast food contiene circa 5 microgrammi di iodio in meno per 100 grammi rispetto a un hamburger fatto in casa.

 

Post in evidenza

ILCIRCO DELLE MERAVIGLIE

IL RITORNO DI PIPPO FRANCO E COMPANY App Movie e Virgo Holding presentano Il circo delle Meraviglie, che, diretto da Mario Chiavalin e impre...