giovedì 14 marzo 2024

GIORNATA MONDIALE DEL RENE

COME PREVENIRE LE MALATTIE RENALI

La Giornata Mondiale del Rene si celebra oggi, 14 marzo, per richiamare l'attenzione sull'importanza della prevenzione e su come si affronta la malattia renale cronica (MRC).

GIORNATA MONDIALE DEL RENE 2024— Per quest'anno la Società Internazionale Nefrologia (ISN) e la Fondazione Internazionale delle Malattie Renali (IFKF-WKA) hanno scelto questo slogan per la Giornata Mondiale del Rene: "Una buona salute dei reni per tutti. Promuovere un accesso equo alle cure e una pratica terapeutica ottimale". È un tema molto importante e sentito perché, anche se le nuove terapie dovrebbero essere accessibili a tutti, purtroppo ci sono ancora molti ostacoli. La Società Italiana di Nefrologia (SIN), che aderisce a questa giornata insieme con la Fondazione Italiana del Rene (FIR), sottolinea infatti come ci siano ancora mancanza di consapevolezza della MRC, insufficiente conoscenza o fiducia nelle nuove strategie terapeutiche, carenza di specialisti in Malattia Renale e alti costi di trattamento.

LA DIFFUSIONE DELLA MRC—  In tutto il mondo ci sono più di 850 milioni di persone afflitte da malattia renale cronica che nel 2019 ha causato più di 3,1 milioni di morti. In Italia tra il 6 e il 7% della popolazione adulta ha a che fare con questa patologia, con prevalenza tra gli anziani, soprattutto quelli che hanno già avuto a che fare con altre malattie croniche come diabete, colesterolo alto, ipertensione, obesità. È una malattia che non ha sintomi evidenti e quindi è difficile da diagnosticare in tempo.

LE INIZIATIVE DEI NEFROLOGI ITALIANI—  In Italia molti centri di Nefrologia e/o Dialisi aderiscono al progetto "Porte aperte in Nefrologia" e offriranno screening gratuiti come visite, esame delle urine e misurazione della pressione arteriosa. Inoltre saranno distribuiti materiali informativi e i soggetti positivi allo screening saranno invitati a ulteriori controlli nefrologici. Le attività di screening gratuite saranno disponibili anche in alcuni centri di accoglienza, nei centri sportivi e nelle piazze di numerose città italiane in collaborazione con la Croce Rossa Italiana. Saranno coinvolti anche i ragazzi attraverso incontri informativi e screening nelle scuole. Ovviamente l'informazione viaggerà anche attraverso i social network in particolare con dirette su Facebook di SIN e FIR dedicate alle domande dei pazienti.

PREVENZIONE E CURE PER LE MALATTIE RENALI—  Massimo Morosetti, Presidente FIR, parla di quanto sia importante lo stile di vita e in particolare l'alimentazione nella lotta contro le malattie renali: "Accanto alle terapie farmacologiche oggi disponibili è essenziale abbinare una adeguata terapia dietetico-nutrizionale (TDN): è solo dal connubio di questi due elementi, nonché dal lavoro sinergico tra nefrologi e dietisti/nutrizionisti, che può essere implementata una strategia in grado rallentare significativamente la progressione della malattia ed evitare la dialisi. La dieta ipoproteica controlla i sintomi degli stadi avanzati e contribuisce a ritardare l'ingresso in dialisi. Le diete per queste condizioni devono essere personalizzate sui singoli casi, tenere conto delle patologie associate". Una sana alimentazione, basata sulla dieta mediterranea, e una regolare attività fisica aiutano anche a prevenire questo tipo di malattia ed è dunque fondamentale seguire un corretto stile di vita fin da giovani, per evitare tutte quelle patologie, dall'obesità al colesterolo alto e il diabete, che, come abbiamo visto, riguardano anche molte persone afflitte da malattie renali.

 

Post in evidenza

“SENSAZIONI E SENTIMENTI”

IL LIBRO DI ROBERTO BARTOCCI Presentazione autobiografica "Mi chiamo Roberto Bartocci, sono nato il 15 gennaio del 2006 a Milano, in Lo...