giovedì 20 gennaio 2022

AUSTRALIAN OPEN FEMMINILE

CADE LA MUGURUZA. SALUTA LA STOSUR

di Luca Marianantoni (fonte Gazzetta dello Sport)

L'Australian Open femminile inizia a perdere i pezzi pregiati. La più illustre a lasciare il campo è Garbine Muguruza superata al secondo turno con un doppio 6-3 dalla francese Alize Cornet. "Ho giocato - ha raccontato la Cornet - tatticamente benissimo, senza mai abbassare la guardia. Ho avuto l'atteggiamento giusto e questa è stata una bellissima sensazione. Non sai mai quello che può succedere o come ti sentirai la prossima partita. Non ero più abituata a battere una giocatrice così forte in uno Slam". Parole sante per la francese, al 63° torneo Slam (60° consecutivo), che non batteva una giocatrice top five in una prova del Grande Slam da una vita. L'ultimo successo a Wimbledon 2004 quando fece fuori al terzo turno niente meno che Serena Williams. Al di là dei tanti errori della Muguruza (33 per la spagnola), a decidere la sfida è stato l'eccelente comportamento della francese al servizio: nessuna palla break concessa e l'83% dei punti messi a segno con la prima di servizio in 87 minuti di gara. Ma anche alla risposta la Cornet non è stata male andando per due volte sullo 0-40 nei primi due turni di battuta della Muguruzu, sempre in affanno, come nei nei set point annullati sul 2-5 del primo set. Nel secondo parziale la spagnola ha retto fino al 2 pari, poi la francese è salita nuovamente in cattedra. Al terzo turno la Cornet è attesa dalla slovena Tamara Zidansek, testa di serie numero 29, che ha superato per 7-6 6-4 la britannica Heather Watson.

SUPER TAUSON—Ma la Muguruza non è stata l'unica big a lasciare le penne nella quarta giornata dell'Open d'Australia. Il torneo infatti ha perso anche Anett Kontaveit, numero 6 del tabellone, superata per 6-2 6-4 dalla 19enne danese Clara Tauson, numero 39 del mondo, in un'ora e 19 minuti. La Tauson ha controllato le operazioni dall'inizio alla fine, operando il break già nel primo game, volando rapida sul 5-2 e chiudendo il set con un rovescio vincente in un game tenuto a zero. Dopo uno scambio di break a inizio di secondo set, la partita è rimasta in equilibrio fino al 4 pari, poi la Tauson ha trasformato la terza palla break del nono game involandosi verso il primo successo ottenuto contro una top 10. La danese attende ora Danielle Collins che ha fatto fuori la croata Ana Konjuh per 6-4 6-3. Vittoria sofferta e in rimonta invece per la numero 2 del tabellone Aryna Sabalenka, impegnata per quasi 2 ore a rincorrere la cinese Xinyu Wang, numero 100 del mondo, finita battuta per 1-6 6-4 6-2. Tanta sofferenza per la Sabalenka soprattutto in un primo set in cui ha commesso la bellezza di 12 doppi falli. Poi però, nonostante altri due break subiti, la numero 2 del tabellone si è rimessa in riga trovando il necessario ritmo per affossare la debole rivale.

STOSUR SALUTA—   Facile invece il successo di Iga Swiatek, vittoriosa con un doppio 6-2 su Rebecca Peterson e per Anastasia Pavlychenova che con lo stesso punteggio ha superato l'australiana Samantha Stosur all' ultima partita in singolare della carriera. La 37enne australiana lascia il circuito dopo essere stata numero 4 del mondo, aver vinto tra la sorpresa generale l'Open degli Stati Uniti del 2011 con la nettissima vittoria per 6-2 6-3 sulla super favorita Serena Williams ed essere stata la rivale di Francesca Schiavone nella storica finale del Roland Garros 2010 vinto dalla milanese.


 

Post in evidenza

GIOCHI DEL MEDITERRANEO

VERONICA BRUNORI CONQUISTA IL BRONZO NEL KARATE di Chira Soldi (fonte Gazzetta dello Sport) La prima medaglia azzurra ai Giochi del Mediterr...