giovedì 10 febbraio 2022

IVANO MARESCOTTI

"MI RITIRO DAL CINEMA"

Seguendo l'esempio di Jack Nicholson che a 73 anni s'è ritirato dalle scene (si deve pur avere un modello) per godersi la vecchiaia, comunico che mi ritiro dalle scene e non faccio più l'attore". Così Ivano Marescotti ha annunciato il suo addio alle scene con un post sulla sua pagina Facebook. L'attore ha proseguito sui social, spiegando di volersi dedicare completamente alla scuola Tam: "Ringrazio la mia agente a Roma, Maria Vittoria Grimaudo, i giornalisti critici che mi hanno sempre trattato immeritatamente bene, tutti i produttori e registi nonché i molti colleghi attori e attrici coi quali ho avuto il piacere e l'onore di lavorare. Mi tengo solo la scuola TAM (Teatro Accademia Marescotti) con 15-20 allievi ogni anno ai quali insegno recitazione".

Nato a Villanova di Bagnacavallo il 4 febbraio 1946 nella sua attività teatrale ha lavorato, tra gli altri, con Mario Martone, Carlo Cecchi, Giampiero Solari, Giorgio Albertazzi e Marco Martinelli. Nel 1989 arriva l’esordio al cinema con una piccola parte ne "La cintura". L’incontro con Silvio Soldini e la partecipazione al film "L'aria serena dell’ovest" lo portano a concentrarsi sul cinema. Da quel momento interpreta 65 film, lavorando con registi come Anthony Minghella ("Il talento di Mr. Ripley"), Ridley Scott ("Hannibal"), Roberto Benigni ("Johnny Stecchino" e "Il Mostro"), Marco Risi ("Il muro di gomma"), Pupi Avati ("Dichiarazione d'amore"), Gabriele Muccino ("A casa tutto bene"), Carlo Mazzacurati ("La giusta distanza" e "Vesna va veloce"), Daniele Lucchetti ("Il portaborse"), e al fianco di Checco Zalone ("Cado dalle nubi" e "Che bella giornata"). Ha conquistato sei candidature ai Nastri d’argento, che ha vinto nel 2004 per l’interpretazione nel cortometraggio "Assicurazione sulla vita" di Cariboni e Modigliani.

 

Post in evidenza

UNA VERGOGNA TUTTA ITALIANA

SI È INCOMPETENTI O EBETI AL GOVERNO ?  A voi l’ardua sentenza  🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️👌👌👌👌👌👌👌👌👌🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝✍️...