venerdì 13 maggio 2022

PLAYOFF LEGA PRO

DELINEATA LA GRIGLIA DEI QUARTI DI FINALE CON QUALCHE SORPRESA

di Pietro Scognamiglio (fonte Gazzetta dello Sport)

Saltano due delle cinque teste di serie nelle sfide di ritorno del primo turno della fase nazionale. Piazza il colpo la Juventus U23, che si guadagna i quarti di finale superando il Renate a Meda con il gol di Da Graca (1-0) su assist dalla destra di Leo. Dopo l’1-1 dell’andata, qualificati i bianconeri che continuano a sognare. Del tutto inattesa l’impresa del Monopoli a Cesena (3-0): pugliesi avanti nel primo tempo con la sfortunata autorete di Gonnelli, poi due calci di rigore realizzati dallo specialista Mercadante chiudono i conti (sul primo espulsione del portiere Nardi, che abbatte Borrelli dopo un errore in disimpegno). Il Monopoli trova così la vittoria esterna numero otto della sua stagione ed è a tutti gli effetti la grande sorpresa di questi playoff.

FESTA ROSANERO— Difende il vantaggio dell’andata il Palermo, che davanti ai 31801 spettatori del Barbera (record stagionale in C) fa 1-1 con la Triestina guadagnandosi un posto tra le teste di serie nel sorteggio di domani mattina in Lega a Firenze. In una serata molto nervosa, la Triestina gioca comunque una buona partita fallendo una doppia occasione nei primi 25’: Procaccio si fa parare un rigore da Massolo (fallo di Marconi su De Luca), poi Volta colpisce il palo di testa da calcio d’angolo. Nel secondo tempo – tra varie occasioni da una parte e dall’altra - la squadra di Bucchi passa in vantaggio con la deviazione di Litteri da calcio d’angolo, ma allo scadere è Luperini a trovare il pari facendo esplodere di gioia il Barbera. Ai microfoni di Eleven Sports, a caldo, Silvio Baldini ha commentato: “Siamo contenti di avercela fatta, ma non siamo riusciti a esprimerci come avremmo voluto, il destino ha deciso che stasera il Palermo non avrebbe perso”.

SI FERMA ZEMAN—Compleanno amaro per Zdenek Zeman, oggi 75 anni, nella stessa giornata in cui il calcio a Foggia festeggia 102 anni. I rossoneri cadono sul campo dell’Entella (2-1), finendo sotto già dopo 8’ per la botta da fuori area di Rada che infila Dalmasso. A inizio ripresa è un’altra conclusione mancina, quella di Petermann, a firmare il pari. Per l’Entella la serata sembra complicarsi quando viene espulso Schenetti per un colpo a Girasole a palla lontana, ma la vera svolta arriva su una fatale distrazione della difesa rossonera da fallo laterale: palla vagante in area, spinta in porta da Capello per il successo in inferiorità numerica della squadra di Volpe.

FERALPI OK—I gol nel secondo tempo di Guerra e Siligardi bastano alla Feralpisalò per fermare la corsa del Pescara, che accorcia (2-1) con una splendida punizione di Clemenza senza però riuscire a ribaltare il risultato dopo il 3-3 dell’andata. Si tornerà in campo per il secondo turno della fase nazionale martedì 17 e sabato 21 maggio: per le seconde dei tre gironi (Padova, Reggiana e Catanzaro) oltre che per il Palermo (meglio piazzata tra le qualificate dal primo turno) gare di ritorno in casa e qualificazione anche in caso di parità complessiva dopo i 180 minuti.

Post in evidenza

FICARRA E PICONE

TRA COMICITÀ E CRIME Ficarra e Picone sono protagonisti della serie "Incastrati" in onda in prima serata su Canale 5 il 7 e l'...