lunedì 26 settembre 2022

MARIO SCERBO DA CARAFFA (Cz) A CANALE 5

NEL CAST “VIOLA COME IL MARE”

di Enzo Bubbo (fonte Catanzaro Informa)

L’attesa è spasmodica: i cittadini di Caraffa contano i giorni che li separano da venerdì prossimo 30 settembre 2022 e sono tutti impazienti di incollarsi davanti alla tv. Motivo?
In onda, su Canale 5, c’è in prima serata, ore 21.30, la fiction “Viola come il mare” con, nel cast, un giovane artista cresciuto nel piccolo paese del catanzarese e affermatosi nella Capitale per le sue virtù di talentuoso attore: Mario Scerbo.
Caraffa l’ha visto andar via da bambino con negli occhi la luce del desiderio: diventare un attore professionista. Ce l’ha fatta Mario Scerbo . Non 

Si è laureato in Psicologia dinamica e clinica presso Università degli studi di Roma “ La Sapienza”, si è diplomato come attore alla Libera Accademia dello spettacolo di Roma. Dopo debutto in teatro nel 2004 con “Sogno di una notte di mezza estate”, l’artista caraffoto ha lavorato anche con Massimo Ranieri nel “Riccardo III” e figurava nel cast artistico di programmi molto seguiti dal grande pubblico come “Uno mattina” o “Amore criminale”.
I genitori di Mario vivono da sempre a Caraffa : mamma Ada è un’apprezzata ed esperta maestra della scuola primaria e papà Emanuele, adesso in quiescenza, ha fatto l’infermiere presso reparto di Rianimazione del nosocomio “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro.

In paese non sono i soli ammiratori di Mario Scerbo che, dopo il teatro, si farà conoscere dal grande pubblico nel ruolo di giornalista dal nome Alex, lo farà insieme ad attori del calibro di Francesca Chillemi e Can Yaman.
Tanti gli interpreti per la serie “Viola come il mare”, ma Caraffa, ogni venerdì dal 30 settembre al 4 novembre 2022, avrà occhi solo per un figlio della sua terra, solo per Mario: lo ammireranno in tv, lo aspettano in paese.
Caraffa per Mario Scerbo, Mario Scerbo per Caraffa.


 

Post in evidenza

FUORIGIOCO SEMI AUTOMATICO

DA GENNAIO ANCHE IN SERIE A Ci siamo. Questa volta davvero. C’è chi avrebbe voluto che il fuorigioco semiautomatico fosse partito prima. Ma ...