domenica 15 gennaio 2023

SHORT TRACK EUROPEI

ORO A SIGHEL E BRONZO A VALCEPINA

(fonte Gazzetta dello sport) 

L’Italia dello short track c’è: agli Europei di Danzica, in Polonia, nella prima giornata di finali, arrivano due medaglie, entrambe dai 500. Pietro Sighel è d’oro, Arianna Valcepina di bronzo. Per la giovane Nazionale del d.t. Kenan Gouadec e degli allenatori Derrick Campbell e Nicola Rodigari, dopo i quattro podi nelle prime tre tappe di Coppa del Mondo stagionali, è un altro chiaro segnale di vitalità.

LUI—  Sighel, 23enne trentino, già due volte sul podio olimpico e tre su quello mondiale, conquista il primo titolo della carriera in una rassegna globale. E – i consueti pattini rossi - conferma tutto il suo talento. Il figlio d’arte – papà Roberto è stato cinque volte olimpico in pista lunga – è il più veloce in tutti e quattro i turni in programma e in finale recita da dominatore. Chiude in 41”514, regolando l’olandese Jens Van’t Wout e il lettone Reinis Berzins. Il finanziere, due anni fa – nel 2022 la manifestazione venne cancellata - sullo stesso ghiaccio dell’Hala Olivia, nei 500 fu secondo, battuto dal russo Konstantin Ivliev per 117/1000 di secondo. E sulla distanza, in Coppa del Mondo, tra ottobre e dicembre, era stato due volte terzo (anche a Salt Lake City, primo italiano sotto il muro dei 40 secondi) e una volta quarto. Fino al capolavoro di Danzica, con la sorella Arianna a bordo balaustra ad applaudirlo dopo il successo nella finale B (quinta)

LEI—   A proposito di sorelle… Anche Arianna Valcepina, minore della più titolata Martina, firma a sua volta un exploit. La 28enne bormina, altra finanziera, da anni pedina preziosa delle staffette tricolori (anche lei è stata argento in quella mista ai Giochi di Pechino 2002), con 44”011 centra la prima medaglia globale individuale della carriera, battuta solo dalla cannibale olandese Suzanne Schulting (43”825), che si conferma e dalla polacca Natalia Maliszewska (43”938). Sulla linea del traguardo sono solo tre i millesimi che la separano dalla tedesca Anna Seidel e il risultato viene ufficializzato dopo la lettura del fotofinish.

GLI ALTRI—   Buone notizie, da Danzica, giungono anche proprio dalle staffette, entrambe promosse alle finali a quattro di domenica imponendosi nella propria semifinale, quando verranno assegnati anche i titoli dei 1000 (non più, per la prima volta, quelli delle classifiche generali). Quella maschile di Mattia Antonioli, Tommaso Dotti, Thomas Nadalini e dello stesso Sighel, sfiderà i quartetti di Francia, Olanda e Polonia. Quella femminile, oltre che da Valcepina e Sighel composta da Nicole Botter Gomez e Gloria Ioriatti, se la vedrà con le formazioni di Olanda, Ungheria e Polonia. Intanto, nei 1500 vinti da Van’t Wout e Schulting, arrivano in finale Luca Spechenauser (settimo), la Sighel (altra quinta piazza) ed Elisa Confortola (sesta).

 

Post in evidenza

AUGURI A

JUSTIN TIMBERLAKE di Rachele Scoditti (fonte Gazzetta dello sport)  Cantautore, ballerino, attore e produttore discografico. Che altro? Ah, ...