martedì 27 febbraio 2024

AFFATICAMENTO OCULARE

CAUSE, SINTOMI E CURE

di Riccardo Cristilli (fonte Gazzetta dello Sport)

L'affaticamento oculare, chiamato anche astenopia, è un fenomeno molto diffuso che si verifica per un sovraccarico lavorativo dell'apparato muscolare del bulbo oculare, cioè i muscoli interni ed esterni degli occhi.

AFFATICAMENTO OCULARE: CAUSE—  Come quasi tutti abbiamo sperimentato, anche gli occhi si stancano come qualsiasi altra parte del corpo, in particolare quando vengono stimolati troppo e troppo a lungo. L'uso prolungato del computer per diletto o per lavoro, una lettura intensa, guidare per molte ore sono attività che causano la stanchezza degli occhi. L'affaticamento oculare si manifesta con dolore e prurito negli occhi, talvolta comporta un eccesso di lacrimazione, in altri casi può provocare la secchezza oculare e la sensazione di avere un oggetto estraneo nell'occhio. Inoltre provoca problemi alla vista, annebbiamento, mal di testa ma anche dolori al collo dovuti alla postura che si tiene stando davanti a uno schermo o chinati nella lettura.

GLI OCCHI STANCHI—  Gli occhi stanchi non sono un disturbo serio ma in alcuni casi può diventare fastidioso e sono necessari alcuni accorgimenti per evitarne l'insorgenza. In caso di un eccesso di stanchezza si arriva all'astenopia o affaticamento oculare legato allo sforzo dei muscoli degli occhi nel mettere a fuoco, magari proprio a causa di una stanchezza prolungata. In alcune circostanze più estreme, l'affaticamento può portare anche a una visione sdoppiata, a non sopportare la luce, all'insorgenza di una visione annebbiata.

LE MALATTIE—  L'affaticamento oculare colpisce in primo luogo i soggetti sottoposti a stress visivo, come chi sta tanto tempo davanti a uno schermo. Ma anche chi ha dei difetti alla vista non corretti come astigmatismo, miopia, ipermetropia. Tra le cause dell'affaticamento oculare rientrano anche la sindrome dell'occhio secchio, delle retinopatie degenerative, blefariti, congiuntiviti e ambliopia (l'indebolimento della vista in un occhio, chiamato volgarmente anche occhio pigro). Anche il cheratocono, una malattia che provoca l'assottigliamento e la protrusione della cornea, è un sintomo dell'affaticamento oculare.

CONSULTARE UN MEDICO—  Gli occhi stanchi sono una condizione passeggera e con un po' di riposo dovrebbero passare. Se però la situazione non migliora e si arriva a una forma di affaticamento oculare, è sempre meglio consultare un medico, soprattutto se i sintomi come mal di testa, annebbiamento o sofferenza oculare diventano più o meno costanti.

GLI OCCHIALI ADATTI—  Se si soffre di affaticamento oculare potrebbe essere necessario consultare un oculista e trovare degli occhiali adatti alla propria problematica, che aiutino a correggere anche la distanza di lavoro degli occhi da uno schermo per facilitare la messa a fuoco. Inoltre potrebbe servire modificare la modalità di illuminazione della postazione di lavoro. In caso di secchezza l'uso di lacrime artificiali può alleviare il problema.

 

Post in evidenza

FOOTBALL PLAYERS SPEICIAL ONE

DOPO FROSINONE ANCJE CON LA CAVESE. SARÀ UN MESE DI GIUGNO PREGNO DI APPUNTAMENTI  Altra possibilità che verrà concessa ai facenti parte del...