venerdì 10 giugno 2022

MAGNESIO ZINCO SELENIO E VITAMINE

ECCO A VOI IL POLPO

di Sabrina Commis (fonte Gazzetta dello Sport)

Parente di calamari e seppie, il polpo è molto amato sulle tavole mediterranee e non solo. Si differenzia per la presenza di otto tentacoli  mentre gli altri ne hanno dieci. "Nonostante il polpo possa raggiungere anche i nove metri di lunghezza, meglio sceglierlo piccolo - spiega Romina Cervigni, biologa, nutrizionista : le carni saranno sode e saporite e non coriacee. Si può acquistare già pulito e battuto, processo necessario per ammorbidirlo, e conservarlo in frigorifero per uno-due giorni, e circa tre mesi nel congelatore, previo lavaggio. A livello nutritivo è poco calorico, con circa 70 kcal per 100 grammi e solo un grammo di grassi, per lo più acidi grassi omega-3. Alto invece il contenuto proteico, di circa 15 grammi". La presenza di omega 3, insieme al potassio, contribuisce alla salute cardiocircolatoria. "Rappresenta un’ottima fonte di magnesio, fondamentale per il buon funzionamento muscolare e di zinco e selenio, indispensabili per il sistema immunitario e per il benessere di unghie e capelli. Inoltre, il polpo è anche ricco di alcune importanti vitamine, come la A e la B12. Una porzione di 100 grammi contiene circa 20 microgrammi di vitamina B12 fondamentale per la formazione dei globuli rossi". In questa quantità soddisfa l’assunzione settimanale raccomandata.  

CURIOSITÀ SUL POLPO—  Sembra fosse particolarmente diffuso fra Greci e Romani, che ne riconoscevano anche effetti afrodisiaci, mentre in altri paesi è sempre stato poco apprezzato, come in Australia, dove viene usato soprattutto come esca. Gli abbinamenti migliori per il polpo sono le patate, il prezzemolo, l’aglio, il pomodoro e sicuramente un buon olio Evo.  

LA RICETTA CON IL POLPO—  Noi lo proponiamo in una rivisitazione di un piatto ligure, chiamato “polpo avvantaggiato” adattato a una versione “da asporto”, ossia un panino. Tra l’altro un panino molto nutriente in quanto apporta il fabbisogno giornaliero completo di zinco e di selenio. 

Per una porzione: 100 g di polpo - 50 g di fagiolini- 1 cucchiaio di pesto alla genovese - 2 gherigli di noci

Pulire il polpo e cuocerlo in acqua bollente leggermente salata, coperto e a fuoco bassissimo, finché diventa tenero, circa 30 minuti. Spegnere e lasciare intiepidire in pentola. Lessare i fagiolini al dente, scolarli e tagliarli a tocchetti. Frullare un mazzo di basilico, pinoli, aglio, parmigiano grattugiato, olio extravergine di oliva e sale. Scolare il polpo, tagliarlo a rondelle sottili e mescolarlo in un’insalatiera con le noci, i fagiolini e il pesto. A questo punto riempire un panino a rosetta e gustare!




 

Post in evidenza

IL LIBRO

LA STRATEGIA DELL'OPOSSUM di Roberto Alajmo Divertente, originale, personaggio unico e improbabile detective, alla sua seconda avventura...